Temperature elevate, decine di roghi in Sicilia

Giornata di roghi ieri nel Trapanese, dove, con temperature che sfioravano i 40 gradi, i vigili del fuoco hanno effettuato 36 interventi per lo spegnimento di incendi di vegetazione, sterpaglie e alberi in molti Comuni della provincia.

Il rogo più impegnativo a Marsala, in contrada Granatello, dove è stato necessario l’intervento di un elicottero dalla base di Valderice. Il fronte delle fiamme, infatti, era esteso per un’area di almeno 10 ettari e con diversi punti inaccessibili ai mezzi antincendio da terra.

Sono stati necessari 10 lanci d’acqua per scongiurare il propagarsi delle fiamme che già minacciavano un ristorante e altri edifici. Dopo il rientro dell’elicottero alla base la squadra di terra dei vigili del fuoco ha bonificato l’intera area. 

AGGIORNAMENTI

Sulla strada statale 116 ‘Randazzo-Capo Orlando’ è provvisoriamente chiuso il tratto al km 41,150 nei pressi di Sinagra, in provincia di Messina, per consentire lo spegnimento di un incendio adiacente la statale. Sono presenti le squadre Anas, le forze dell’ordine per la gestione della viabilità e per consentire l’intervento dei vigili del fuoco per ripristinare appena possibile la circolazione.

Brucia il Palermitano. A causa del grande caldo delle ultime ore si sono sviluppati diversi focolai in alcune zone periferiche di Bagheria. Vigili del fuoco e Polizia municipale sono a lavoro in contrada Monaco e via Del Fonditore per mettere in sicurezza l’area. “Al momento il fuoco è sotto controllo e non ha causato danni a cose o persone”, spiegano dal Comune. Disagi, invece, alla circolazione ferroviaria: le fiamme hanno raggiunto i binari e diverse corse sono state cancellate o hanno subito forti ritardi. Al momento sembra che i focolai siano quasi tutti domati.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.