La piccola Elena uccisa in casa dalla madre

Il cadavere di Elena Del Pozzo e’ stato trovato in una campagna in via Euclide 55 a Mascalucia. vicino l’abitazione della famiglia.

E’ stata la madre, Martina Patti, a uccidere la sua creatura: avrebbe confessato dopo pressanti interrogatori durante tutta la notte e anche stamane. Ha ucciso lei la bimba e poi ne ha occultato il corpicino. La denuncia del presunto rapimento fatta per allontanare i sospetti sulla scomparsa di Elena, tutta una montatura.

Sono apparse “poco credibilI” agli investigatori le ricostruzioni della madre della piccola Elena, trovata morta. La mamma di Elena sta per essere nuovamente interrogata dalla Procura sulla vicenda. Alcune “anomalie” nel racconto della donna sono emerse subito, soprattutto quelle in riferimento alla dinamica del rapimento attribuito a tre uomini incappucciati e uno armato di pistola, e la circostanza che la denuncia sia avvenuta tempo dopo il “sequestro” e non immediatamente, senza dare un allarme repentino. Inoltre nessun testimone, oltre la madre, del presunto rapimento della piccola Elena. Alla madre durante l’interrogatorio le erano state contestate varie incongruenze. E’ quanto si apprende da ambienti della Procura di Catania.

La famigliaDel Pozzo è poco conosciuta in paese, padre con precedenti per spaccio: si sarebbe trasferita a Mascalucia, nel catanese solo da qualche anno e per tale motivazione non sono molto conosciuti in paese i familiari della piccola Elena,

“C’è un angelo in paradiso e poi c’è o una mamma che non stava bene psicologicamente o qualcuno ha combinato qualche pasticcio. La nostra società ha gli eroi e i disgraziati”. Lo afferma il parroco di Massannunziata e rettore del santuario di Monpilieri, Padre Alfio Privitera, in merito al ritrovamento del cadavere della piccola Elena. “Che questa vicenda – aggiunge- diventi un motivo per riflettere sul valore della vita e sull’assistenza da dare alle persone che non stanno bene con la testa”.

“Sono sconvolto. Appresa la notizia sono scoppiato in un pianto a dirotto. E’ una notizia di una drammaticità unica che non avremmo mai voluto apprendere”. Lo afferma il sindaco di Mascalucia, Enzo Magra, appresa la notizia del ritrovamento del cadavere della piccola Elena.

AGGIORNAMENTO

La piccola Elena, 5 anni da compiere il prossimo luglio, sarebbe stata uccisa dalla madre nella sua abitazione di Mascalucia. La mamma 23enne avrebbe poi portato e nascosto il corpicino della piccola in un vicino terreno di campagna nel tentativo di coprire il cadavere con terra e cenere lavica. E’ quanto emerge dall’interrogatorio della giovane donna, Martina Patti, che ha confessato a carabinieri e Procura di Catania di avere ucciso la figlia dopo averla presa all’asilo, mentre era sola in casa. La Procura di Catania sta predisponendo il fermo della donna per omicidio pluriaggravato e occultamento di cadavere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.