Il Sass soccorre escursionista infortunato sul versante nord dell’Etna

Nel pomeriggio di oggi. sabato 14 maggio, il Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano è stato attivato sul versante nord dell’Etna per il recupero di un escursionista, infortunatosi a causa di una caduta.

Il malcapitato, mentre era in fase di rientro da un’escursione alla Grotta del Gelo, è scivolato sul terreno lavico, particolarmente sdrucciolevole e instabile lungo quel percorso, procurandosi un forte trauma alla caviglia.

I tecnici SASS della Stazione Etna Nord hanno rapidamente raggiunto l’infortunato, che nel frattempo, insieme al suo gruppo, era riuscito ad avvicinarsi alla Pista Altomontana.

Valutate le condizioni sanitarie e immobilizzato l’arto, l’escursionista è stato trasportato con i mezzi fuoristrada fuori dal sentiero, fino al vicino Rifugio Ragabo, dove erano in attesa i sanitari del 118, giunti con un’ambulanza.

Allertati i SAGF, come da protocollo operativo.

In caso di incidenti su pareti di roccia, sentieri, ambienti innevati, in grotta e gole fluviali o in caso di dispersi in ambiente impervio e ostile, è allertabile mediante il Numero Unico di Emergenza (NUE) 112, sempre chiedendo esplicitamente l’intervento del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Il NUE 112 trasferirà la chiamata di soccorso alla Centrale Operativa 118, la quale provvederà ad allertare il SASS.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.