Un caffè a Bajkonur!

Di Mario Di Mauro

Oltre le nebbie della guerra: al cosmodromo di Bajkonur non ci sono problemi nella Cooperazione Umana.

Poi c’è lo Spettacolo terrestre, con le sue guerre energetiche, monetarie, commerciali, militari, ideologiche… E “pandemiche”.

Nello Spettacolo la Realtà è capovolta e la Verità è la prima vittima delle Guerre. Nei teatri siciliani lo urlavano in Arte oltre duemilacinquecento anni fa.

La Tragedia del Mondo adotta parole antiche: democrazie ed oligarchie vi si sprecano ammatula, inutilmente.

Il “dittatore”, lo Zar cattivone è stato democraticamente eletto dalla “maggioranza votante del popolo russo”… mentre il capo del governo italiano è stato eletto con la maggioranza assoluta della “Grande Loggia Massonica degli Oligarchi Europei”, o… di cos’altro?. Sorvolo sul ministro degli esteri italiano…niente comiche.

Ma neanche a Washington se la passano meglio: “un Vecchio rimbambito ha il pulsante in mano (ma è un giocattolo, tranquilli!)”. Lo dicono giovani newyorkesi che hanno eletto la mia cara dem Ocasio-Cortez. E al netto dei furori giovanili, c’è del Vero.

E in Germania strilla “un galletto amburghese, figlio di un gerarca nazista… che sta lanciando il riarmo tedesco”. Il Quarto Reich?. E così via… C’è del vero.

Ma la domanda è un’altra: dove va l’Umanità?. Armageddon non è solo una funesta profezia biblica. E beati i popoli che non hanno bisogno di “pupi”!.

“Ma chi li ferma a tutti sti pazzi?”. Al momento ho più fiducia nel Buon Senso dei veri Capi Militari americani, russi, cinesi, indiani, europei… che non nei falsi Capi Politici. Libero di sbagliarmi.

Ma Armageddon non è solo una funesta profezia biblica.

Nella Guerra dei Trentanni scatenata dal Regime di Washington contro la Russia (e l’Europa), la piccola guerra ucraina è solo una “prova tecnica”. Quanto all’Europa: non esiste senza la Russia. E la stiamo perdendo.

Quando al generale De Gaulle chiesero: “cosa è l’indipendenza dall’Amerika?”. Il Vecchio rispose: “un sottomarino atomico!”. Nella logica secolare aveva ragione.

Non hanno altro in testa e il keynesismo di guerra a trazione USA alimenta la prima Industria del Mondo: nel 2021 l’Industria della Guerra ha superato la follia di 2.030 miliardi di dollari investiti. Metà è USA.

Ma resto ottimista: al cosmodromo di Bajkonur non ci sono problemi nella Cooperazione Umana.

E niente “tifoserie”: l’Umanità è solo un esperimento su questo pianetino.

La Guerra dei Trentanni scatenata dal Regime di Washington per ritardare il suo declino storico sta minando le ipotesi di “autonomia strategica” vaticinate da questa UE. E ci sta riuscendo. Contro la Russia si romperanno il collo: come Napoleone ed Hitler?. Vediamo.

“L’Ucraina non dovrà in nessun modo aderire a un’alleanza militare che Mosca percepisca come ostile a sé”. Chi lo sostiene?. “Putin”? No, Zbigniew Brzezinski, storico Consigliere per la Sicurezza Nazionale USA e fondatore della Commissione Trilaterale -2014).

La Russia non è un wargames come lo furono l’Irak, la Jugoslavia, l’Afghanistan, la Libia… distrutti dalle Belve sanguinarie dell’Imperialismo atlantista.

A prescindere: Sicilia smilitarizzata!. Qualcuno deve cominciare, no?.

La Guerra dei Trentanni, scatenata dal Regime di Washington per ritardare il suo Declino, distruggerà il Mondo?. L’unica certezza -al momento- è che l’Europa non esiste,

Ma ci siamo stati: l’ho letto nell’Iliade di Omero, nel V canto. Il canto di Diomede: “O Ares!. Ares!. Assassino! Assalitore di Mura!”.

La Guerra ce l’abbiamo nel sangue da Millenni di sangue sdirrubbatu, buttato sulla Terra a concime?.

Questa è la Domanda. A chi?. A me stesso, mi basta. E ciascuno, se vuole, se la ponga. E che i morti possano seppellire i vivi!.

Quanto alla “Pace nel Mondo” e ad altre illusioni salvifiche… che si incontrassero per un caffè: a Bajkonur!

Mario Di Mauro – portavoce della Comunità TerraeLiberAzione.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.