Escursione dei C.A.I. Messina e Catania a Motta Camastra

di Gaetano Consalvo

In occasione della “Giornata internazionale delle Guide turistiche” il C.A.I. di Messina, coordinato dalla prof. ssa Maria Rosaria Camardi, unitamente al C.A.I. di Catania, guidato dal prof. Nando Piluso, ha organizzato una escursione nel piccolo Comune di Motta Camastra. Ai partecipanti del C.A.I. si è aggiunto un gruppo di giovani guide, alcune delle quali di nazionalità straniera.

La giornata si è articolata con una prima tappa alle Gole dell’Alcantara, con sosta-caffè e veduta panoramica del fiume dall’alto. Dopo gli escursionisti hanno raggiunto i siti preistorici di Grotta Paglia, interessati anche ad altri luoghi dove si sono avuti recenti
rinvenimenti archeo-astronomici che arricchiscono l’intero territorio. Entusiasti tutti per avere scoperto paesaggi straordinari dominati dalla maestosità dell’Etna sulla valle, inoltrandosi lungo un percorso di antiche trazzere, trovandosi immersi in una natura incontaminata e di rara bellezza.

Significativa la partecipazione all’escursione di studiosi di diverse discipline. Nella tarda mattinata il gruppo ha raggiunto Motta Camastra, inoltrandosi per le vie dell’antico borgo, visitando il museo “Antico Frantoio”, sede locale dell’Istituto per la Cultura Siciliana.

La giornata si è conclusa a tavola, dove hanno apprezzato con la grande maestria delle “Mamme del borgo“ che hanno offerto le molteplici specialità della cucina tradizionale locale, veri capolavori di arte culinaria!

Riteniamo che all’insegna di una nuova visione di un turismo più eco-sostenibile, naturalistico e culturale in questa nuova fase di ripartenza economica post COVID bisognerebbe valorizzare maggiormente i piccoli borghi rurali, che spesso si rivelano dei veri scrigni di storia, arte e soprattutto salubrità. Bisognerebbe promuovere nuovi investimenti con la finalità di attirare l’attenzione e l’interesse di nuovi operatori, esperti nel campo turistico, naturalistico ed archeo-astronomico, che far conoscere il nostro territorio e in particolare tutto il comprensorio della valle dell’Alcantara.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.