Stoltenberg: “In Ucraina misure difensive rafforzate contro azioni aggressive Russia”

“Da quando vi è stata l’illegale annessione della Crimea abbiamo realizzato il più grande rafforzamento della nostra difesa collettiva nella parte orientale dell’Alleanza, dispiegando battaglioni pronti al combattimento in Paesi baltici, in Polonia e aumentando la presenza in Romania e nella regione del Mar Nero. Sono tutte risposte valide alle azioni aggressive della Russia. Difensive, trasparenti, ma dimostrano la determinazione della Nato nel proteggere gli alleati”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in un’intervista al Corriere della Sera, riferendosi alla concentrazione di forze russe ai confini dell’Ucraina.

“La Nato rimane vigile”, ha aggiunto Stoltenberg, secondo cui “prima di tutto raccogliamo informazioni e osserviamo quanto la Russia fa verso i confini ucraini, ma anche in Crimea nella quale occupa illegalmente territori dell’Ucraina dal 2014. Gli alleati della Nato sono nella regione e seguono gli sviluppi”.

Il segretario generale della Nato ha evidenziato “un significativo assetto militare russo che viene gradualmente accresciuto con truppe da combattimento, forze aviotrasportate e capacità molto variegate. Non speculo sulle intenzioni russe, però ciò che so è che la Russia ha le capacità, e le ha dimostrate, di usare forza militare contro i vicini. È accaduto in Georgia nel 2008, in Crimea e contro l’Ucraina nel 2014 e continua con l’appoggio della Russia ai separatisti in Donbass”. (AdnKronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.