Catania, Piazza Palestro ospita il Fortino Slow Food

5 dicembre 2021 (9,00 -14,30) 

Per la prima volta Piazza Palestro ospita il Fortino Slow Food, un evento che vuole portare al centro della città una varietà di sapori e saperi e al tempo stesso valorizzare questa grande piazza incorniciata da Porta Garibaldi. 

Le associazioni Slow Food, Acquedotte e Treviehandmade, con il patrocinio del Comune di Catania realizzano insieme un progetto di inclusione di nuovi itinerari della storia e delle bellezze. Slow food è l’associazione no-profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce e in armonia con l’ambiente. Acquedotte da diversi anni è attiva nella valorizzazione del centro storico e in particolare dell’asse di via Garibaldi.  Treviehandmade raccoglie il meglio della creatività e dell’artigianato Made in Sicily. 

 A pochi passi da piazza Duomo, enogastronauti e turisti potranno trovare e assaggiare prodotti genuini e a filiera corta selezionati tra i produttori Slow Food: dalla cudduredda di Delia al piacentino ennese, dalla vastedda col sambuco di Troina al torrone di Licodia Eubea, dai panettoni artigianali alle lenticchie di Villalba, dalla cicerchia alle mele dell’Etna, all’olio genuino, un mondo di territori e tradizioni locali di cui la Sicilia è particolarmente ricca. I visitatori potranno lasciarsi andare a un’esperienza tra gusto, storia e cultura. 

Sotto la Porta trovano posto anche le creazioni degli artigiani di Treviehandmade: una vetrina di manufatti artistici realizzati con tessuti, ceramica, e vari materiali innovando tradizioni secolari.  

Un ampio catalogo di eccellenze da cui attingere per regali di qualità, ma soprattutto una festa di piazza, un’occasione di incontro con momenti di intrattenimento.  

E per chi vuole concedersi un aperitivo all’aperto e in sicurezza, c’è il laboratorio di Slow Food con degustazioni di cibo e selezioni di vino. 

Nell’occasione Porta Garibaldi ospiterà due allestimenti artistici realizzati da Vincenzo La Mendola e Giuliano Cardella, un percorso di denuncia contro la violenza sulle donne: “La ragnatela del delitto” e “Testimone”. 

Per i bambini divertimento assicurato con il laboratorio di cioccolato a cura di Francesca Tornello: proveranno la gioia di decorare e portare a casa una dolce pallina di Natale fatta con le proprie mani.  

Accanto agli stand dei produttori provenienti da diverse parti dell’isola, ci saranno anche i commercianti della zona per un coinvolgimento delle attività economiche del quartiere.  

L’evento sarà riproposto ogni prima domenica del mese. 

Ingresso libero, secondo le indicazioni previste dalle prescrizioni vigenti in merito alle azioni di contenimento del Covid-19. 

Domenica 5 dicembre, a partire dalle 9.00, il Fortino Slow Food restituirà a questo luogo la vivacità della sua origine di luogo di scambi commerciali e frontiera con il futuro

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.