Biopoteri, Apartheid e Dittatura 4.0

Il passaporto pseudo-sanitario non è un mezzo ma lo scopo: già oggi, “concede diritti” solo agli schedati.

Il “green pass” è un mezzo per la sottomissione 4.0 della Vita al deep state, lo “stato profondo” n-europeo. Ma ditelo apertamente, e finitela con questa nazional-pagliacciata a “reti unificate”, che alimenta guerre tra poveri, paure e odio, fame e ricatti.

Il passaporto pseudo-sanitario è la tessera del “partito dell’ordine”: il loro “Ordine”, fondato sullo sfruttamento del Lavoro e della Terra; e sulla Guerra permanente: monetaria e commerciale, energetica e industriale, ideologica e militare.

Dal giornale TerraeLiberAzione (uscito in pieno lockdown, il 30 marzo 2020) ripubblichiamo questo profetico estratto:

“Da milioni di anni i virus camminano silenziosi e mutanti: si fanno beffa di frontiere e confini. A modo loro hanno una intelligenza dalla quale dovremmo imparare qualcosa: giocando d’anticipo, creando Organismi di Risposta Globali e Piani Locali di rapida applicazione. Altro che recinti feudal-statali… in questo pianetino “siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino”. (Seneca).

L’Umanità è precipitata dentro un Grande Esperimento: di “controllo sociale”, che sta facendo cadere molte Maschere. E’ questa la prima –e inedita- Guerra Mondiale del Secolo XXI: ce ne saranno altre. Ed è bene prepararsi. (…). Covid19 è l’Ebola dei “ricchi”.

Intanto, col “FASCISMO VIRALE”, vogliono coprire il FALLIMENTO del “loro Sistema”. Ma questa “virale” prima GUERRA MONDIALE del SECOLO XXI pone –in fondo- una Domanda cruciale: quanto “vale” la Qualità dell’Aria?. E del Cibo?. E della nostra “Mobilità”?. Quanto “vale” la nostra umana capacità di Conoscere e Ri-Abitare nella Cura questa Terra?. (…)”.

Il passaporto pseudo-sanitario, nella Pandemia, che è globale, serve ad altro. Capirlo è utile.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.