Il Mythos Opera Festival approda a Noto domenica sera

Conclusi i concerti a Taormina e Catania, la quinta edizione del Mythos Opera Festival, organizzata con il patrocinio di Europa Creativa, dell’Ambasciata di Bruxelles, del Conservatorio di Bruxelles, dell’Arcipretura di Taormina, del Comune di Noto, del Comune di Catania ed in collaborazione con docenti del dipartimento di Teoria musicale del Conservatorio di Palermo, prosegue nel cuore del barocco siciliano, a Noto. La stagione, quest’anno dedicata al grande tenore partenopeo Enrico Caruso, prevede tre appuntamenti nel mese di settembre, denominati ‘I love Opera’, dedicati all’opera lirica italiana in tutte le forme strumentali: il primo, domenica sera, 12 settembre, poi il 19 settembre ed infine il 30 settembre. In programma altri tre appuntamenti ad ottobre, novembre e dicembre. Il 12 ed il 19 settembre, alle ore 20 e 30, a Palazzo Nicolaci, il soprano Elisa Moschella ed il tenore Pietro Di Paola, accompagnati dal pianista concertatore Alessandro Tudisco, si esibiranno in una serie di celebri arie tratte dalle opere di grandi compositori come Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini. Il 19 settembre, sempre a Palazzo Nicolaci, il maestro Agatino Scuderi, in duo con la pluripremiata chitarrista Gloria Pafumi, proporrà musiche, tra gli altri, tratte dal repertorio operistico di Ferdinando Carulli, Mauro Giuliani e Vincenzo Bellini. Gli eventi saranno presentati dal dott. Nicolò Fiorenza, esperto in beni culturali, che introdurrà il pubblico alle bellezze monumentali e artistiche di Palazzo Nicolaci, a sottolineare il perfetto connubio tra musica e arte. 

“E’ la continuazione della stagione operistica che il Mythos Opera Festival aveva inaugurato a Noto – spiega il Sovrintendente Gianfranco Pappalardo Fiumara – Quella felice esperienza si era aperta al Teatro Tina di Lorenzo e adesso continua in grande stile a Palazzo Nicolaci fino al prossimo dicembre, quando chiuderemo la stagione con un grande concerto. Siamo molto soddisfatti di questa stagione operistica a Noto perché il progetto aperto dal Mythos Opera Festival continua e si radica sempre di più nel tessuto siciliano, portando – conclude – alla riscoperta di esponenti siciliani di grande prestigio a livello mondiale, penso non solo a Vincenzo Bellini ma anche a Francesco Paolo Frontini”. Tutti gli appuntamenti in programma si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid. I posti in platea saranno limitati per le note restrizioni.  

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.