Ad Erice la grande musica barocca

Continuano gli appuntamenti della Settimana Internazionale di Musica Antica, inseriti nel calendario di eventi di Ericestate 2021. Un successo determinato dalla qualità dei concerti, ma anche dalla significativa presenza di pubblico,  nel rispetto delle vigenti normative per il contenimento dell’epidemia  da Covid -19. 

Il festival sta offrendo la possibilità di partecipare a serate di rara bellezza artistica, che si possono vantare della partecipazione di artisti siciliani, nazionali e internazionali. 

La Settimana Internazionale di Musica Antica è organizzata dagli Amici della Musica di Trapani, con il contributo del Ministero della Cultura, della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, del Comune di Erice, dell’Istituto di Cultura Italo Tedesco  di Trapani, del Goethe Institut  e con la collaborazione della Montagna del Signore e del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani. 

Questa sera, venerdì 3 settembre, nella Chiesa di San Martino, ad Erice in programma il concerto di Claudio Astronio al clavicembalo, intitolato “TRIVIUM, il linguaggio, la retorica, il virtuosismo”.

Docente di clavicembalo e tastiere storiche e musicista apprezzato a livello internazionale anche quale direttore di ensemble barocchi, il veronese Claudio Astronio eseguirà musiche di tre giganti del Barocco: François Couperin (“il linguaggio”), Johann Sebastian Bach (“la retorica”), Georg Friedrich Händel (“il virtuosismo”). Il concerto è organizzato in collaborazione con il Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani e la sua Scuola di Clavicembalo, oggi diretto da Elisa Cordova.

La grande musica barocca  italiana del Cinquecento continuerà ad andare in scena sabato 4 settembre, con il concerto  “La musica nelle corti italiane del Seicento”,  pensato come un vero e proprio viaggio musicale nei caratteri dell’Italia. Ad esibirsi, nello splendido scenario della Chiesa di San Martino, sarà l’Arianna Art Ensemble. Ecco la composizione del gruppo: Andrea Inghisciano ai cornetti, Alessandro Nasello al flauto dolce e dulciane, Paolo Rigano all’arciliuto e alla chitarra barocca, Marco Lo Cicero al violone, Cinzia Guarino all’organo e clavicembalo e Giuseppe Valguarnera alle percussioni. Orari degli eventi: 21.00

Nella foto, Claudio Astronio

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.