A Kabul mitragliato C 130 italiano con giornalisti e 98 civili

C130 italiano in decollo da Kabul fatto segno a colpi di mitragliatrice

Il volo sul quale si trovano a bordo i giornalisti e 98 civili afghani è stato intercettato. Lo racconta in diretta da Sky la giornalista a bordo. “I talebani hanno tentato di colpirlo con mitragliatrici pesanti – ha detto – la pilota ha reagito prontamente e ha attuato le manovre per evitare di essere colpiti a pochi minuti dal decollo dall’aeroporto di Kabul. Attimi di panico a bordo, ormai a 4mila piedi dal suolo, per le manovre diversive”.

Sono state interrotte le attività di recupero dei collaboratori afghani e chiusi i 3 gate dell’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul, segnalati quali possibili target di attentati terroristici. E’ quanto apprende l’Adnkronos da fonti di intelligence, secondo cui attualmente sono ancora circa 400 i cittadini afghani presenti nell’area interna a responsabilità italiana in attesa di imbarco.

“Durante il decollo dall’aeroporto di Kabul è stato aperto il fuoco contro un veicolo della nostra Aeronautica militare. Il vero volto dei talebani emerge giorno dopo giorno. C’è ancora qualcuno che pensa si debba cercare il dialogo con loro?”. Lo scrive su Twitter Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.