Ultime Covid Italia: 10 decessi e 3.558 nuovi casi. In Sicilia 3 vittime

Sono 3.558 i nuovi contagi da coronavirus in Italia oggi, martedì 20 luglio 2021, secondo i dati – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile. Da ieri, registrati altri 10 morti che portano a 127.884 il totale delle vittime dall’inizio dell’emergenza legata al covid-19. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 218.705 tamponi, l’indice positività è a 1,6%. In terapia intensiva si trovano 165 pazienti, 3 in più rispetto a ieri, con 11 ingressi nelle ultime 24 ore. I ricoverati con sintomi sono 1.194 (+6).

IN SICILIA. Sono 552 i nuovi contagi da coronavirus oggi 20 luglio in Sicilia, secondo i dati dell’ultimo bollettino. Si registrano altri 3 decessi. I nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore su 18.038 tamponi processati. In Sicilia gli attuali positivi salgono a quota 5.800. L’Isola è terza in Italia per nuovi contagi giornalieri dopo il Lazio e il Veneto. Il dato è contenuto nel bollettino quotidiano del ministero della Salute, da cui emerge che i guariti in un solo giorno sono stati 130 e le vittime 3 (6.010 dall’inizio dell’emergenza sanitaria).

Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 156, mentre si trovano in terapia intensiva 21 pazienti (nessun nuovo ingresso rispetto a ieri). Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 65 a Palermo, 91 a Catania, 3 a Messina, 67 a Ragusa, 51 a Trapani, 31 a Siracusa, 86 a Caltanissetta, 121 ad Agrigento e 37 a Enna.

Intanto due nuove “Zone rosse” in Sicilia. Si tratta di Caltabellotta e Favara, entrambe in provincia di Agrigento. A prevederle un’ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, a seguito dell’aumento considerevole di positivi al Covid. Il provvedimento, varato a seguito delle note dell’Azienda sanitaria provinciale e dei sindaci dei due Comuni, sarà in vigore dal 22 al 29 luglio. Le “Zone rosse” in Sicilia diventano dunque sei: Caltabellotta e Favara si aggiungono a Gela, dove il provvedimento è scattato ieri, Riesi, Mazzarino e Piazza Armerina

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.