Nuovo risveglio dell’Etna, parziale chiusura aeroporto Catania

Nuovo “risveglio” dell’Etna nelle prime ore di oggi, martedì: l’Ingv di Catania, ha reso noto che è stato registratoun incremento dell’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est. La nube eruttiva prodotta dall’attività in corso si disperde in direzione Sud-Sud Est

L’attività vulcanica ha avuto inizio alle ore 02:20 UTC circa con un repentino aumento dell’ampiezza del tremore che ha raggiunto valori alti. Il centro delle sorgenti del tremore è ubicato in corrispondenza del Cratere di Sud-Est ad una elevazione di circa 2.900 metri sul livello del mare“. Sempre a partire dalle ore 02:20 UTC circa si è osservato un incremento dell’attività infrasonica. I boati sono stati avvertiti anche nel capoluogo.

A causa dell’emissione di cenere l’aeroporto di Catania ha proceduto alla chiusura del settore B2 dello spazio aereo, con  una limitazione di traffico a 4 arrivi all’ora. La situazione provoca ritardi e disagi sia sui voli in arrivo che su quelli in partenza.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.