Mille migranti in hotspot Lampedusa, corsa per trasferimenti

Cinquanta stamani lasceranno l’isola, si lavora a imbarco 150 su motovedette

E’ corsa contro il tempo a Lampedusa per svuotare l’hotspot , ormai di nuovo al collasso dopo la raffica di arrivi degli ultimi giorni. Nella struttura di contrada Imbriacola, che ha una capienza di 250 posti, si trovano al momento quasi mille ospiti. Per alleggerire la pressione sul centro la Prefettura di Agrigento lavora senza sosta ai trasferimenti. Ieri in 200 hanno lasciato l’hotspot: 100 sono stati imbarcati in mattinata sul traghetto di linea diretto a Porto Empedocle, altrettanti sono saliti a bordo della nave quarantena in rada a Lampedusa. Stamani altri 50 tra minori non accompagnati e vulnerabili lasceranno l’isola, mentre si lavora al trasferimento di almeno altre 150 persone con le motovedette. Tamponi e fotosegnalamenti proseguono senza soluzione di continuità per agevolare le operazioni di svuotamento dell’hotspot di contrada Imbriacola.

50 alla deriva, soccorsi da Guardia costiera

Sono stati soccorsi dalla Guardia costiera italiana i 50 migranti alla deriva al largo di Lampedusa per i quali Open Arms aveva lanciato l’allarme. L’imbarcazione, segnalata da alcuni pescatori, si trovava a 30 miglia dalla più grande delle Pelagie, a bordo due donne incinta, un piccolo di 10 mesi, uno di un anno e diversi bambini. “Ore dopo l’individuazione, la consegna dei giubbotti di salvataggio e la permanenza con le persone in difficoltà sulla chiatta – scrive l’Ong -, la Guardia costiera italiana ha finalmente preso il comando”. I migranti sono stati trasbordati per essere condotti a Lampedusa. 

(Aggiornamento ore 10) Salgono a 12 gli sbarchi a Lampedusa, da mezzanotte 269 sull’isola

Dodici sbarchi a partire dalla mezzanotte. Non c’è tregua a Lampedusa, dove da giorni si susseguono ininterrotti avvistamenti e soccorsi e dove l’hotspot è ormai al collasso con circa mille ospiti a fronte di una capienza di 250 posti. Dopo i 110 migranti approdati dalla mezzanotte alle cinque del mattino, sulla più grande delle Pelagie si sono registrati nuovi arrivi. Un barcone con 74 persone a bordo, tra cui 3 donne e un bimbo, è stato intercettato nelle acque antistanti l’isola. Poco dopo altri due sbarchi autonomi hanno portato sull’isola rispettivamente 13, tra cui un minore non accompagnato, e 15 persone. Infine, 57 migranti, tra cui 11 donne e 2 bimbi sono condotti sul molo Favaloro. 

(Aggiornamento ore 15) Altri 143 con 4 sbarchi, da stamani arrivati in 412

Non c’è tregua a Lampedusa, dove dalla mezzanotte sono 16 gli sbarchi registrati e 412 i migranti approdati sull’isola. Dopo i 269 arrivati stamani le operazioni di soccorso dei militari della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto si sono susseguite ininterrotte. Il tredicesimo approdo ha portato sulla più grande delle Pelagie 8 persone, tra cui una donna e un minore.

Poco dopo è stata la volta di altri 76, tra cui una donna e un minore, e a seguire di altri due gruppi di 17, tra cui un minore, e 42, tra cui 2 donne e 3 minori.  Per tutti dopo un primo triage sanitario è stato disposto il trasferimento nell’hotspot di contrada Imbriacola ormai al collasso. A fronte di una capienza di 250 posti gli ospiti superano di parecchio il migliaio. In rada al momento non ci sono navi quarantena.  

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.