Ad Acireale il “Primo Festival chitarristico Alirio Diaz”

ALL’INSEGNA DEL QUARANTENNALE (1981-2021), L’ATTIVITA’ ESTIVA DEL CENTRO MAGMA DI CATANIA, DIRETTO DA SALVO NICOTRA

Nell’anno dei quarant’anni di attività (1981-2021)  il Centro culturale e teatrale Magma, diretto da Salvo Nicotra, dopo l’interruzione, imposta dalla pandemia, di ogni programmazione concertistica e teatrale nella propria sede, la storica Sala Magma di via Adua 3, ha organizzato un’estate ricca di appuntamenti in cui sono previste una serie di iniziative coerenti con l’ininterrotta storia quarantennale, sia nel campo teatrale che in quello musicale.

L’estate del Centro Magma è pronta a partire con la tradizionale attività musicale e concertistica e con il primo “Festival chitarristico internazionale Alirio Diaz”, progetto artistico di Salvatore Daniele Pidone, in ricordo di Alirio Diaz, venezuelano per nascita, italiano per scelta e che più volte è stato ospite del Centro Magma sia come concertista che come didatta. Il festival suddiviso in tre serate (29, 30 e 31 luglio), condotte da Antonio Caruso, comprende sei concerti all’Auditorium del “Cappellani Megastore” in via Lazzaretto 22, ad Acireale (dove si era verificata la brusca interruzione dell’attività concertistica nel 2019).

 “Oggi, a distanza di anni dalla scomparsa del maestro Alirio Diaz – sottolinea il maestro Salvatore Daniele Pidone –  sento il bisogno e la necessità di ricordarlo con questo Festival, unendomi a tutti gli altri organizzati, nel frattempo, in varie parti del mondo. Ho anche pensato ad un tributo e ricordo del maestro Giuseppe Torrisi e spero di sensibilizzare il territorio con iniziative musicali rivolte soprattutto ai giovani”.

La prima serata del Festival il 29 luglio proporrà alle 17.15 la giovane promessa Federico Petraliti e poi alle 18.15 il Duo Senio Alirio Diaz e Salvatore Daniele Pidone (programma del concerto incentrato su musiche di autori, italiani e venezuelani, Scarlatti, Sor e Brahms). Il 30 luglio è previsto prima, alle 17.15, il concerto di Stefano Sergio Schiattone (musiche di Barrios Mangorè, Lauro, Rodrigo, Schiattone) e poi alle 18.15 l’omaggio-ricordo al maestro Giuseppe Torrisi con diverse esibizioni (Dario Bitetti, Massimo Martines, Santy Masciarò, Duo Giuliani Massimo Genovese e Michele Gagliano, Senio Diaz, Duo Maurizio Agrò – Nelly Italia e Stefano Sergio Schiattone. Il festival si chiuderà il 31 luglio con la giovane promessa Chiara Cantore e poi alle 18.15 con l’esibizione del maestro Simone Onnis (musiche di Domeniconi, York, Jannarelli, Torrisi, Carrillo, Tarrega).

 “Non ancora prossimi al ritorno della normalità – spiega il direttore artistico del Centro Magma Salvo Nicotra – noi operatori dello spettacolo dal vivo siamo sospesi tra la naturale esigenza di esprimerci fra la gente e l’ancora ampia incertezza delle condizioni. Seppure con la velatura di malcelata ansia il Centro Magma non si è tirato indietro ed è sceso in campo con una attività di rilievo, musicale e teatrale, anche all’interno del cartellone estivo del Comune di Catania, tra Acireale, Castello Ursino, Giardino di Scidà e in alcuni spazi, messi a disposizione da parrocchie della periferia urbana (Librino e San Nullo). In autunno, poi, si spera di potere organizzare con l’Amministrazione comunale un momento celebrativo del quarantennale del Centro”.

Il Centro Magma prevede poi, al’interno del “Catania Summer Fest”, altri due concerti al Castello Ursino di Catania il 9 settembre (“Soundtracks and Musical” con Sandy Troina e Mario Nicotra) e il 10 (Duo Italia-Agrò, Flauto e Chitarra).

Ci saranno poi al Castello Ursino tre produzioni teatrali: due dell’attore, regista e autore Antonio Caruso (il 28 agosto “Il Drammaturgido” e il 29 “Dialoghi senz’Atti”) ed uno del compianto giornalista e drammaturgo Giuseppe Mazzone (“No, non sono Molly Bloom”, con Barbara Cracchiolo, l’11 e 12 settembre).

Infine nel Giardino di Scidà, in via Randazzo 27, l’1, il 15 e 22 settembre, spazio a Dante nel settecentesimo anniversario della morte, mentre in alcuni spazi, messi a disposizione da parrocchie della periferia urbana (Librino e San Nullo), verranno proposte, il 23, 26 e 30 settembre, delle produzioni di carattere popolare (“Martoglio ‘21” e “Il cortile”) a cura di Alfio Guzzetta.

Per gli spettacoli in programma ci si dovrà attenere alle disposizioni anti Covid-19 con  prenotazioni tramite posta elettronica (mail@centromagma.it) e nella richiesta si dovranno indicare dati anagrafici e un recapito telefonico e sarà data conferma dell’avvenuta prenotazione, sarà obbligatorio indossare correttamente la mascherina durante la permanenza all’interno del locale.. Info: 333. 3337848.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.