Oltre 200 protagonisti a Taobuk 2021 che prende il via giovedì

Va agli scrittori Olga Nawoja Tokarczuk, Emmanuel Carrère e David Grossman il Taobuk Award 2021 for Literary Excellence, e va agli attori Claudia Gerini e Antonio Albanese il Taobuk Award 2021: la consegna dei prestigiosi riconoscimenti sarà al centro, sabato 19 giugno nel Teatro Antico di Taormina, della Serata di Gala di Taobuk – Taormina Book Festival, la kermesse letteraria e culturale ideata e diretta da Antonella Ferrara, di scena in presenza dal 17 al 21 giugno.

Il pubblico di Taobuk ritroverà poi i tre grandi autori in altrettanti incontri dedicati ai loro libri e alla loro opera letteraria: nella giornata di apertura del festival, giovedì 17 giugno, riflettori sull’immaginifico “nomadismo” letterario di Olga Tokarczuk, e domenica 20 giugno in una serata che si preannuncia indimenticabile si alterneranno gli incontri con David Grossman ed Emmanuel Carrère.

Sarà dedicata al maestro Franco Battiato la Serata di Gala del 19 giugno: e sul palcoscenico del Teatro Antico, a trenta giorni dalla sua scomparsa, si leverà una delle sue composizioni più amate e iconiche, “La cura”, nell’esecuzione del pianista e interprete Giovanni Caccamo, di cui proprio Battiato fu il vero pigmalione. L’artista sarà accompagnato dall’Orchestra Sinfonica del Teatro Bellini di Catania. In scena, per la suggestiva Serata di Gala di Taobuk, anche la cantante Simona Molinari e l’étoile Sergio Bernal, già Primo Ballerino del Balletto Nazionale di Spagna.

Oltre 200 protagonisti, a Taobuk 2021, e cinque giorni di incontri letterari e culturali, lezioni magistrali, dialoghi, eventi scenici e percorsi espositivi sul filo rosso di un tema – “La metamorfosi. Tutto muta” – fortemente connesso al nostro tempo. Personalità straordinarie della cultura internazionale – fra gli altri, l’artista Michelangelo Pistoletto l’autore e poeta spagnolo Manuel Vilas e André Aciman, voce letteraria statunitense ma egiziano di nascita – si avvicenderanno a molte voci di autrici e autori italiani, in un cartellone che include anche l’evento speciale “Taormina legge Dante” a cura del Centro per il Libro e la Lettura con Fabrizio Gifuni e Aldo Cazzullo. Taobuk 2021, inoltre, ospiterà il primo incontro nazionale dei sindaci italiani firmatari dei Patti per la lettura promosso dal Centro per il libro e la lettura: obiettivo la stesura di un manifesto programmatico per la promozione della cultura del libro e la definizione di un modello unificato di sostegno della lettura.

Fra i protagonisti del festival ci saranno, con le loro novità fra letteratura e saggistica, anche Luciano Canfora, Gustavo Zagrebelsky, Stefania Auci, Laura Imai Messina, Marino Niola, Romana Petri, Marcello Veneziani, Innocenzo Cipolletta, Susanna Tartaro, Francesca Mannocchi, Luigi Zoja, Maurizio Ferraris.

Al futuro post pandemico è dedicata la seconda edizione del la Conferenza di Taormina e Messina sull’Europa, che Taobuk Festival ospita dal 18 al 21 giugno: chairs dell’evento l’editorialista britannico Bill Emmott con il direttore del think tank Vision Francesco Grillo. Fra i relatori confermati il ministro dell’Università e della Ricerca del Governo italiano Maria Cristina Messa, il Commissario Economia Ue Paolo Gentiloni, la presidente del Partito Europeo dei Conservatori e dei Riformisti Giorgia Meloni, il vicepresidente del Partito Popolare Europeo Antonio Tajani, già presidente del Parlamento Europeo, e Romano Prodi, presidente della Fondazione per la Collaborazione fra i Popoli, già presidente della Commissione europea e Primo Ministro italiano.

Oltre a loro Mario Nav, direttore generale Dg Reform Commissione Europea, Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Gioia Ghezzi presidente Eit – Istituto europeo di innovazione e tecnologia, Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, Lucrezia Reichlin, economista della London Business School. Obiettivo del Forum è la condivisione di un “Manifesto” per la Metamorfosi di Europa, con risposte, idee, azioni e buone pratiche per il futuro del continente.

A Taobuk 2021 ancora il percorso dedicato a letteratura e teatro, “Parole alla ribalta”, promosso dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia e da questa sviluppato in sinergia e nell’ambito di Taobuk–Taormina Book Festival a cura della giornalista e critico teatrale Caterina Andò. Con quattro grandi artisti – Moni Ovadia, Daniela Poggi, Edoardo Siravo e Donatella Finocchiaro – e con la Conversazione (im)possibile “Cento anni di Sciascia. Omaggio al Maestro di Racalmuto”, un dialogo immaginario fra Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia ideato e scritto Matteo Collura, biografo di entrambi, e con il regista Fabrizio Catalano, nipote di Leonardo Sciascia, nella parte del nonno.

Alla “Metamorfosi della medicina” è invece dedicato un ciclo di appuntamenti sulla metamorfosi della medicina e della “cura”, dedicati alle più rilevanti metamorfosi in ambito medico e clinico alla luce dell’impatto delle nuove tecnologie e dell’evoluzione nel rapporto fra il medico e il paziente. Dalle tecnologie digitali all’intelligenza artificiale, alla medicina rigenerativa: le nuove frontiere e i nuovi modi della “cura”.

“Metamorfosi”, quindi, per indagare le fratture nel tempo e nello spazio che portano alla trasformazione le donne e gli uomini, i popoli, i luoghi e le creature del pianeta. Ma anche e soprattutto per ripartire: Taobuk torna in presenza, con la massima attenzione alla sicurezza del pubblico.

“Un conto è raccontare la Storia, un conto è viverla – osserva la Direttrice artistica e Presidente di Taormina Book Festival Antonella Ferrara – Il tema “Metamorfosi. Tutto muta” impone un’analisi in tempo reale delle trasformazioni radicali in atto, che sono cronaca di questi anni, mesi, giorni, ore. L’XI edizione del festival si allarga alle scienze non esclusivamente umanistiche, preconizzando un Homo Novus che si confronta con nuove frontiere. E la letteratura, da Ovidio ad oggi, è maestra nella rappresentazione dell’opportunità che può scaturire da un mutamento profondo. Lo stesso che serpeggia nel mistico nomadismo che è la cifra peculiare del premio Nobel Olga Tokarczuk, o nel mal de vivre che innerva i romanzi di Emmanuel Carrère. Fino alla pace auspicata da David Grossman quale metamorfosi che oscuri la guerra. Perciò facciamo nostra la lezione della magnifica terna a cui andrà quest’anno il Taobuk Award for Literary Excellence”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.