A Caltanissetta stampa fuori aula per processo Montante

A Caltanissetta la stampa resta fuori dall’udienza del processo per corruzione a carico di Antonello Montante, l’ex presidente degli industriali siciliani, che oggi verrà interrogato, su sua richiesta. Il Procuratore generale Giuseppe Lombardo si è opposto alla richiesta presentata da un gruppo di giornalisti alla Corte d’appello, presieduta da Andreina Occhipinti, insieme con la difesa di Gianfranco Ardizzone, generale della Gdf, ex comandante provinciale delle fiamme gialle di Caltanissetta. In questo omento viene sentito Alfonso Cicero, ex amico di Montante e oggi principale teste dell’accusa. Subito dopo toccherà a Montante, difeso dagli avvocati Giuseppe Panepinto e Carlo Taormina.

Dice di essere stato “mascairato”, cioè calunniato, Antonello Montante, l’ex presidente degli industriali siciliani , arrivato in aula al bunker di Caltanissetta per essere interrogato nel processo che lo vede imputato per associazione per delinquere finalizzato alla corruzione. “Ho fiducia nella magistratura – dice ancora Montante – sono stato malissimo, il carcere mi ha massacrato psicologicamente”. E spiega: “Rifarei tutto, anche perché senza le istituzioni non avrei potuto fare nulla, sono stato usato da loro”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.