Ultime Covid Italia: 57 decessi e 2.436 contagi. In Sicilia 8 vittime

Sono 2.436 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia secondo il bollettino di oggi, 5 giugno. Nella tabella si fa riferimento ad altri 57 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 238.632 tamponi con un indice di positività all’1%. In calo i ricoverati in terapia intensiva, pari a 788, 48 in meno rispetto a ieri. Diminuiscono anche i ricoveri ordinari, meno 295 da ieri. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 7.200 guariti. Da inizio pandemia ci sono state 126.472 vittime. IN SICILIA. Altre otto vittime e sono 234…

Leggi tutto

Guardia costiera trattiene Sea-Eye 4 a Palermo

Controllo di 12 ore sulla nave della Ong tedesca, “Stesse ragioni tecniche utilizzate in precedenza” La nave della Ong tedesca fermata in porto da ispettori della Guardia costiera italiana. E’ accaduto nelle ore in cui il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, ieri, conferiva la cittadinanza onoraria all’equipaggio dei Sea-Eye 4. Le stesse ragioni tecniche, lamenta la Ong, utilizzate in precedenza per fermare altri navi della flotta civile, ora impediscono a Sea-Eye 4 di proseguire la missione. “In sostanza, l’argomento è sempre lo stesso: le navi di soccorso tedesche salverebbero regolarmente…

Leggi tutto

Due italiani feriti in sparatoria a Ibiza, uno è grave

Due giovani di nazionalità italiana sono rimasti feriti a Ibiza in una sparatoria avvenuta all’alba in una abitazione privata a Santa Eulària, dove si stava svolgendo una festa. Alcuni individui hanno fatto irruzione e aperto il fuoco. Sull’incidente sta indagando la Guardia Civil spagnola. Uno dei due italiani feriti, riporta il Periodico de Ibiza, è in gravi condizioni. La sparatoria è avvenuta stamattina intorno alle 2:45 (ora locale). Sul luogo sono intervenuti gli agenti della Guardia Civil, della Polizia Locale di Santa Eulària e due ambulanze. Al loro arrivo, i…

Leggi tutto

Rinvio giudizio Ciro Grillo e amici: le prove del pm

Le intercettazioni telefoniche ma anche ambientali, i tabulati telefonici, l’acquisizione e l’elaborazione dei dati contenuti nei telefoni cellulari sequestrati, tra cui “messaggistica, foto, video e altro”. E, ancora, “l’acquisizione dei dati informatici di Facebook, Instagram e social network” con “foto, post e like”. Sono soltanto alcune delle fonti di prova acquisite dalla Procura di Tempio Pausania che indagano sul presunto stupro di gruppo nei confronti di una ragazza italo-norvegese di 19 anni e allegate alla richiesta di rinvio a giudizio per Ciro Grillo, figlio del garante del M5S, e altri…

Leggi tutto

Salvo Bella, un cronista in trincea

Di Salvo Barbagallo Ripercorrere con la memoria 50 anni della propria esistenza professionale non è impresa facile, neanche per un giornalista di provata esperienza. Salvo Bella, giornalista della prima ora, ha cercato di farlo con il suo ultimo libro, “Nera” (edizioni GRUPPO edicom): riesce nell’intento utilizzando l’esperienza dello scrivere, tracciando sapientemente alcune tappe di un cammino che si è protratto (non concluso) per mezzo secolo. Salvo Bella attinge al suo prezioso patrimonio, la memoria: fin troppi gli avvenimenti di “cronaca nera” che ha descritto nei lunghi anni di un “mestiere”…

Leggi tutto

Per interventi nel Calatino 38 milioni dalla Regione

Arriva dal governo Musumeci l’approvazione definitiva dell’Accordo di programma quadro ‘Area interna Calatino’, che stanzia oltre 38 milioni di euro per 51 interventi sul territorio, di cui 34 già cantierabili. E il via libera a un’imponente strategia di sviluppo per il comprensorio di otto Comuni della Sicilia orientale che, oltre a Caltagirone, include Grammichele, Licodia Eubea, Mineo, Mirabella Imbaccari, San Cono, San Michele di Ganzaria e Vizzini, puntando sulla specializzazione delle competenze dei giovani, sulla valorizzazione delle produzioni e delle specificità locali, sul rafforzamento dell’attrattività del territorio e della sua…

Leggi tutto

Codogno chiude area Covid ospedale

Dimesso ultimo paziente. Francesco Tursi: “Nulla come il volto di chi abbiamo aiutato a guarire” “Oggi si chiude l’Area Covid di Codogno, un giorno che vivo con profonda emozione”. Esordisce così Francesco Tursi, responsabile del servizio di Pneumologia e referente dell’Area gialla Covid di Codogno, presidio che è stato una delle trincee contro il coronavirus Sars-CoV-2 nella prima zona rossa d’Italia. E’ un giorno da ricordare, quello in cui è stato dimesso l’ultimo paziente che ha vinto la malattia. La sua emozione il medico la racconta in una lettera indirizzata…

Leggi tutto