Si è spenta Olympia Dukakis, premio Oscar per “Stregata dalla luna”

Olympia Dukakis, premio Oscar come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione della pignola madre di Cher nel film “Stregata dalla luna”, è morta sabato 1° maggio nella sua casa di New York all’età di 89 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dal fratello, l’attore Apollo su Facebook: “Dopo molti mesi di salute cagionevole è finalmente in pace e di nuovo con suo marito Louis”. L’attrice statunitense era vedova dell’attore Louis Zorich, morto nel 2018 all’età di 93 anni, da cui aveva avuto tre figli, Christina (1964), Peter (1968) e Stefan (1971). Era nonna di quattro nipoti.

Nonostante una lista gigantesca di ruoli interpretati nel teatro, nella televisione e nel cinema, Olympia Dukakis conobbe la grande popolarità solo nel 1987: grazie al ruolo di Rosa Castorini che interpreta nella commedia romantica “Stregata dalla Luna” (Moonstruck) del regista Norman Jewison – madre di Loretta Castorini, la popstar e premio Oscar per quel ruolo, Cher – vince non solo l’Oscar come miglior attrice non protagonista ma riceve anche i premi della Los Angeles Film Critics Association e della National Board of Review, oltre a un Golden Globe.

Dukakis interpreta in seguito altri film di grande successo come “Una donna in carriera” (1988) di Mike Nichols (1988), “Fiori d’acciaio” (1989) di Herbert Ross, “Il club delle vedove” (1993), “Goodbye Mr. Holland” (1995), “Romantici equivoci” (1997), “Quando verrà la pioggia” (2002). La sua popolarità aumenta, inoltre, grazie all’interpretazione di Rosie, la madre di Kirstie Alley nella trilogia di film brillanti “Senti chi parla” (1989), “Senti chi parla 2” (1990) e “Senti chi parla adesso!” (1993), tutti con John Travolta. Dukakis ha ricevuto, inoltre, ottime critiche per il ruolo di Anna Madrigal che interpreta nella popolare serie tv “Tales of the City” (1993) e nel sequel “More Tales of the City” (1998). Nel 2013 le era stata dedicata una stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Olympia Dukakis era nata a Lowell, nel Massachusetts, il 20 giugno 1931 da genitori greci emigrati negli Usa in cerca di fortuna nel mondo dello spettacolo. Era cugina del politico Michael Dukakis, esponente del Partito Democratico, candidato alle elezioni presidenziali del 1988, sconfitto dal vice presidente uscente George H. W. Bush.

L’interesse di Olympia per il teatro iniziò giovanissima quando il padre allestì una compagnia di attori, il Club di Demostene, specializzato in drammi della Grecia classica: a 13 anni fece il suo debutto sul palco. Olympia si laureò in fisioterapia alla Boston University ma il sogno della sua vita era quello di diventare un’attrice: così mollò il lavoro e si trasferì a New York per studiare recitazione.

Fu durante un’audizione che Olympia incontrò e si innamorò dell’attore Louis Zorich: dopo nove mesi furono marito e moglie e, alcuni anni dopo, si trasferirono nel New Jersey con i loro tre figli. Qui Olympia, il fratello Apollo e Louis fondarono il Whole Theater of Montclair. In seguito è stata anche la co-fondatrice del Charles Playhouse di Boston ed ha insegnato recitazione per quindici anni alla New York University e ha ricevuto due Obie Awards per i suoi lavori teatrali.

Dopo gli esordi in teatro, il debutto televisivo di Olympia Dukakis avvenne nel 1962 e da allora ottenne piccole parti in numerose serie e telefilm. Ritornata a dedicarsi quasi a tempo pieno al palcoscenico, tra il 1981 e il 1983 recitò nella soap opera “Aspettando il domani”, vestendo i panni della dottoressa Barbara Moreno. Tra i suoi primi film di successo “Il giustiziere della notte” (1974) recitando al fianco di Charles Bronson.

Olympia Dukakis si è dedicata attivamente alla difesa dei diritti della donna e ai problemi dell’ambiente. Negli ultimi trent’anni era diventata anche imprenditrice nel campo alimentare: aveva prodotto, infatti, con il suo nome una linea di condimenti greci (Greek Salad, Light Greek Salad, Creamy Salad e Light Creamy Feta), facendo conoscere la cucina greca al pubblico americano. (AdnKronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.