Palermo verso l’estate: aeroporto con 91 destinazioni e 21 Paesi collegati

Al via la stagione estiva all’aeroporto internazionale ‘Falcone e Borsellino’ di Palermo: 91 destinazioni (27 nazionali e 64 internazionali) per collegare 21 Paesi; 31 compagnie aeree (4 operano per la prima volta su Palermo: Blue Air, Lot, Lumiwings e Wizz Air); una nuova base aerea Wizz Air, che si aggiunge alle esistenti di Alitalia, Ryanair e Volotea. Tante anche le novità, con una programmazione estiva che consentirà di viaggiare in lungo e in largo in Italia, grazie alle 27 rotte domestiche e di riaffacciarsi in Europa attraverso una fitta rete di collegamenti. 

All’esordio ci sono rotte come Forlì (Lumiwings), Perugia, Cuneo, Rimini, Lviv, Alghero, Cagliari (Ryanair); il ritorno di Amsterdam con EasyJet, che apre anche il collegamento con Milano Linate, e Siviglia (Ryanair). E poi i voli per gli hub di Londra, Parigi e Monaco con le ammiraglie British Airways, Air France e Lufthansa. La Francia è la destinazione più gettonata: dodici collegamenti, seguono la Germania con undici destinazioni e l’Inghilterra con sei.

Archiviato il 2020 come l’annus horribilis del traffico aereo a causa della pandemia, nel 2021 i numeri hanno cominciato a far intravedere una lenta inversione di tendenza verso l’aumento dei voli e dei passeggeri. Secondo i dati dell’ufficio statistiche di Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo, gennaio si è chiuso con 87.606 passeggeri e 1.277 voli, febbraio 72.099 – 728, marzo 91.137 – 951, aprile 130.176 – 1.547. Rispetto al 2020, i totali dei primi quattro mesi del 2021 segnano -57,11 per cento sui passeggeri (circa 500mila in meno) e -41,01 per cento sui voli (circa 3.100 voli in meno). Sul fronte della sicurezza previsti tamponi gratuiti per i passeggeri in partenza e in arrivo grazie all’intesa tra Gesap, l’Asp di Palermo, l’assessorato regionale alla Sanità e l’ufficio del commissario per l’emergenza Covid di Palermo.

I tamponi vengono eseguiti nell’area grande mille metri quadrati denominata ‘Covid test area’ che si trova a circa 700 metri dall’aerostazione. Inoltre, l’aeroporto di Palermo, che durante la pandemia non ha mai chiuso, applica tutti i protocolli anticovid stabiliti dal governo, per accogliere in piena sicurezza i passeggeri: obbligo di indossare la mascherina, costante azione di sanificazione degli ambienti del Terminal, percorsi diversificati tra passeggeri in entrata e in uscita, termoscanner per il controllo della temperatura corporea, erogatori di disinfettanti installati lungo i percorsi, segnaletica per il distanziamento fra passeggeri, annunci sonori sulle regole per evitare i contagi.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.