Caso Denise: ispezione nella casa in cui abitava madre sorellastra bimba

E’ in corso, a Mazara del Vallo (Trapani), una ispezione dei carabinieri del Reparto della Scientifica di Trapani in un appartamento che in passato era stato abitato da Anna Corona, la ex moglie di Piero Pulizzi, il padre naturale di Denise Pipitone, la bimba di 4 anni sparita nel nulla il primo settembre 2004. Anna Corona è la madre di Jessica Pulizzi, la ragazza che era finita sotto processo per il sequestro della bambina ma che poi venne assolta. Il sopralluogo è stato disposto dalla Procura di Marsala che nei giorni scorsi ha riaperto l’incdagine. Secondo quanto si apprende gli inquirenti cercano di capire se sono stati fatti dei lavori edili in quella abitazione di via Pirandello. Secondo una fonte anonima i lavori sarebbero stati eseguiti dopo la sparizione della piccola.

“I proprietari della casa sono in Svizzera, io ho solo portato le chiavi della palazzina ai Carabinieri che me le hanno chieste”. Lo ha detto ai giornalisti che si trovano in via Pirandello, a Mazara del Vallo (Trapani), la custode dalla palazzina in cui dalle 12.30 i Carabinieri del Nucleo di investigazioni scientifiche stanno facendo una ispezione. La casa era abitata in passato da Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise Pipitone, la bimba di 4 anni scomparsa il 1 settembre 2004 da Mazara del Vallo. “La palazzina è disabitata da un anno”, dice la donna. La custode dice anche che di recente non sarebbero stati fatti dei lavori di ristrutturazione nella palazzina “solo piccoli lavori”, dice.

Controlli dei Carabinieri anche nel garage della palazzina di via Pirandello, a Mazara del Vallo (Trapani), dove dalle 12.30 circa i Carabinieri stano facendo una ispezione. La palazzina era stata abitata in passato da Anna Corona, la madre della sorellastra di Jessica Pulizzi. Ma oggi appartiene a una coppia di emigrati in Svizzera. Due militari sono entrati nel garage, usando le chiavi della custode, ma dopo pochi minuti sono usciti.
I carabinieri delle investigazioni scientifiche di Trapani che stanno eseguendo una ispezione nella palazzina che era stata abitata da Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise Pipitone, hanno anche controllato una botola che si trova in uno dei due garage. L’ispezione è stata disposta dalla Procura di Marsala. “Per verificare – dicono gli inquirenti – lo stato dei luoghi e se sono stati effettuati lavori edili”.

Ci sono anche i Vigili del fuoco in via Pirandello a Mazara del Vallo (Trapani) dove prosegue l’ispezione nella palazzina che in passato fu abitata da Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise Pipitone, la bambina di 4 anni scomparsa nel nulla il primo settembre 2004. All’interno è stata anche controllata una botola che si trova nel garage.

L’attenzione dei Vigili del Fuoco, che da ore operano nella casa che fu abitata da Anna Corona, è puntata adesso a un pozzo che si trova sotto una botola nel garage di via Pirandello. E’ arrivata anche una squadra del Saf, il gruppo Speleo Alpino Fluviale provinciale.

I Ris, con le piante del catasto alla mano, stanno cercando delle tracce di intonaco recente, o di lavori strutturali, nella palazzina di via Pirandello a Mazara del Vallo (Trapani), dove da mezzogiorno è in corso una ispezione del Nucleo di investigazioni scientifiche per cercare tracce di Denise Pipitone. La palazzina era abitata nel passato da Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise Pipitone. La bambina potrebbe essere stata nascosta proprio in quella casa, oggi disabitata.

“Non è stata una segnalazione anonima” a portare gli inquirenti a eseguire una ispezione nella palazzina di via Pirandello a Mazara del Vallo, dove abitava Anna Corona, la madre della sorellastra della piccola Denise Pipitone. A specificarlo è il legale di Piera Maggio, la madre della piccola Denise, Giacomo Frazzitta. Oggi si era sparsa la voce che la segnalazione sia stata fatta da un anonimo. Ma non è così. 

“Mi aspetto che oggi non succeda nulla. Registro che oggi si è abbattuta una tensione terribile sulla signora Piera Maggio, una giornata terribile per lei, che non è stata preparata”. Lo ha detto all’Adnkonos Salvatore Quinci, il sindaco di Mazara del Vallo, parlando dell’ispezione nella palazzina di via Pirandello. “Non meritava oggi affrontare tutto questo e con queste modalità”, dice. “La Mazara che conosco io non è quella omertosa – dice – forse solo una cerchia ristretta di persone. C’è una Mazara che vuole la verità e che è vicina a Piera. E che questa sera sarà vicino a Piera Maggio per chiedere verità per Denise”.

“Nessuna traccia della bimba” nella casa di Anna Corona

ULTIMA ORA – Non ci sono tracce della piccola Denise Pipitone nella palazzina di via Pirandello a Mazara del Vallo, come apprende l’Adnkronos. E’ questo l’esito della lunga ispezione eseguita oggi pomeriggio nell’edificio che ospitò fino a pochi anni fa Anna Corona, la madre della sorellastra della bimba scomparsa il primo settembre del 2004. I Vigili del fuoco e i Carabinieri del Ris sono stati al lavoro fino alle 20.15 nella palazzina, cercando anche con le carte del catasto alla mano, eventuali tracce di lavori di muratura fatti negli ultimi anni. Controlli anche nel garage e in una botola, con un pozzo, ma come si apprende anche qui l’esito è stato negativo. Era stata una segnalazione, non anonima, a indicare agli investigatori alcune notizie ritenute “molto interessanti”.

(AdnKronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.