“Soldato di ventura”, diario di guerra di un mercenario italiano in Angola

Terra, sangue e il profumo della polvere da sparo. Questa l’atmosfera che accompagna sin dalle prime pagine il libro di Flavio Andreon, “Soldato di ventura”, edito da Altaforte Edizioni.

Un racconto, un diario della guerra civile angolana tra la fine degli anni ’70 e gli albori degli anni ’80 che si addentra nell’anima di un soldato, di un volontario, di un mercenario. Uno di quelli che, commenta il curatore del libro, Alberto Palladino, si sono trovati precipitati in una terra non loro, portatori di una lucifera fiaccola di guerra.

Una terra che porta il nome d’Africa, amante e amata spietata che fa da sfondo a queste pagine di vita vissuta tra le case e la guerriglia dell’Angola.

Introdotto da Franco Nerozzi, il libro di Andreon fa vivere al lettore ansie, dubbi e speranze di una vita sospesa.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.