Scomparso Tony Hendra, padre della comicità demenziale

Lo scrittore britannico Tony Hendra, protagonista di una fortunata carriera come autore di testi comici dissacranti da John Belushi ai Monty Pythons, è morto giovedì scorso a Yonkers, nello stato di New York, all’età di 79 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla moglie Carla Christine Meisner al “New York Times”, citando la causa come la sclerosi laterale amiotrofica, che gli era stata diagnosticata nel 2019.

Nato il 15 luglio 1941 a Willesden, nel Middlesex (Inghilterra), Hedra ha studiato all’Università di Cambridge dove ha spesso tenuto degli spettacoli comici con i suoi amici (e futuri membri dei Monty Pythons) John Cleese e Graham Chapman.

Nel 1972 Hendra, allora redattore della rivista satirica “National lampoon” (tra le promotrici della comicità demenziale) lanciò la carriera di Belushi facendolo interpretate lo spettacolo off-Broadway “Lemmings”. L’anno seguente, sempre su insistenza di Hendra, Belushi prese quindi parte a una trasmissione radiofonica del gruppo National lampoon, ricca di battute comiche e di insulti. Hendra si è poi è trasferito negli Usa dove ha cominciato una fortunata carriera come autore di testi comici, come collaboratore di riviste umoristiche e come sceneggiatore di film e programmi tv. Ha scritto anche per “Harper’s”, “Gq”, “Vanity Fair”, “Men’s Journal” ed “Esquire”.

Ha pubblicato diversi libri satirici e comici, tra cui “Padre Joe” (Mondadori 2005). Oltre che come sceneggiatore di film e telefilm, Hendra è stato in una ventina di occasioni attore. Nel film “This Is Spinal Tap” (1984) di Rob Reiner ha interpretato la parte di Ian Faith. Nel 2015 ha inoltre lavorato con Douglas Tirola per la realizzazione del film “Se non vieni a vedere questo film ammazziamo il cane – The Story of the National Lampoon”, dove ha interpretato la parte di se stesso.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.