Scomparso Bunny Wailer, leggenda del reggae con Bob Marley

Il cantante e percussionista giamaicano Bunny Wailer, leggenda del reggae, è morto all’età di 73 anni in un ospedale di Kingston, capitale della Giamaica, dove era ricoverato dal luglio scorso dopo che era stato colpito da un ictus. L’annuncio della scomparsa è stato dato “The Jamaica Observer” che cita come fonte il suo manager Maxine Stowe. Cordoglio è stato espresso dal ministro della Cultura giamaicano, Olivia Grange.

Il musicista giamaicano era stato membro fondatore nel 1963 della band The Wailers insieme al suo amico d’infanzia Bob Marley e Peter Tosh. E proprio Wailer era il leader dei Wailers, raggiungendo la fama internazionale con classici del reggae come “Simmer Down” e “Stir It Up”. Nel 1973 esce “Burnin'”, l’ottavo ed ultimo album del gruppo reggae, dopo il quale questi si scioglieranno ed il nome del gruppo sarà cambiato in Bob Marley & the Wailers: contiene alcuni dei brani più famosi del gruppo, come “Get Up, Stand Up”, divenuto l’inno di Amnesty International, e “I Shot the Sheriff”. Dopo “Burnin'” i Wailers vanno in tour negli Stati Uniti ed in Inghilterra, nonostante Wailer fosse riluttante a lasciare la Giamaica.

Con il successo internazionale del gruppo Wailer e Peter Tosh vennero oscurati da Bob Marley. Dopo il tour Bunny lasciò il trio e cominciò la sua carriera solista. Dopo aver lasciato i Wailers, Wailer focalizzò maggiormente la sua produzione sul lato spirituale, cominciando a identificarsi nel movimento rastafari. Registrò brani soprattutto del genere roots reggae, con testi politicamente e religiosamente affiliati al movimento. L’album “Blackheart Man” (1976) è un esempio del suo roots reggae. Ha sperimentato anche altri generi come la disco nell’album “Hook Line & Sinker” (1982). Nel 1990, 1994 e 1996 ha vinto il Grammy Award come Best Reggae Album. Nel 2017 ha ricevuto l’Ordine di merito della Giamaica.

Il musicista era l’ultimo membro sopravvissuto dei Wailers, dopo la morte di Bob Marley per cancro nel 1981 e l’omicidio di Peter Tosh durante una rapina nel 1987. Era nato a Kingston il 10 aprile 1947 come Neville O’Riley Livingston ed era meglio conosciuto con gli pseudonimi di Bunny Wailer o Bunny Livingston

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.