L’Etna continua a ruggire: fuoruscita di magma e cenere

Un nuovo evento parossistico, già concluso, si è verificato sull’Etna dal cratere di Sud-Est con fontana di lava e l’emissione di una nube eruttiva alta 10 chilometri che ha provocato una intensa ‘pioggia’cenere e di lapilli, anche grossi, sul versante orientale dell’edificio vulcanico.

Il fenomeno era stato anticipato, a partire dalle 2 della notte scorsa, da diverse ore di attivita’ stromboliana che ha coinvolto anche i crateri Voragine, Bocca Nuova e Nord-Est. La nuova fase ha fatto registrare la sua maggiore energia a partire dalle 7, quando l’attività del cratere Sud-Est e’passata da stromboliana a fontana di lava.

Venti minuti dopo gli esperti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo di Catania hanno rilevato la formazione di una colonna eruttiva che ha superato l’altezza di 10mila metri sul livello del mare, disperdendosi in direzione est.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.