35 mln di dollari per “Ponte di Waterloo” di Monet

Va all’asta uno dei più celebri dipinti della serie “Il ponte di Waterloo”, realizzati tra il 1899 e il 1904 a Londra dal pittore impressionista francese Claude Monet (1840-1926). Il ponte che si intravede tra la nebbia sarà offerto da Christie’s a New York l’11 maggio con una stima di partenza di 35 milioni di dollari. Si ipotizza che stante l’alta cifra di partenza, essa stessa da primato, l’opera possa stabilire un nuovo record mondiale per Monet.

Questo raro e importante quadro, spiega Christie’s in un comunicato, è “un ottimo esempio della celebre serie di Monet, uno squisito esempio della sua capacità di catturare gli effetti effimeri e intangibili della luce sul fiume Tamigi. Con queste opere fondamentali Monet ha effettivamente aperto la strada alla traiettoria dell’arte del XX secolo”.

Con l’asta newyorchese di maggio, Christie’s abbandona la vecchia periodizzazione del catalogo di “arte impressionista e moderna” e “arte del dopoguerra e contemporanea” con nuove categorie, tra cui quelle di “arte del XX secolo” (1880-1980) e “arte del XXI secolo”.

nsieme all’opera clou di Monet, che sarà il top lot dell’asta serale, la vendita di “arte del XX secolo” vedrà tra i lotti più pregiati “Nine Multicolored Marilyns (Reversal Series)” di Andy Warhol (1928-1987), realizzata nel periodo 1979-1986 (stima 7 milioni di dollari).

Il lavoro riunisce due note figure degli ultimi cinquant’anni: l’artista pop Andy Warhol e la star del cinema di Hollywood Marilyn Monroe. Dipinta verso la fine della vita di Warhol, questa grande tela è un ritorno trionfante all’argomento che Warhol visitò per la prima volta nel 1962, la sua iconica ‘Gold Marilyn Monroe’, ora nella collezione del Museum of Modern Art di New York, e ne rimane una dei dipinti più iconici del XX secolo.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.