Governo, nota Cdm: ok a norma Sicilia su ripianamento disavanzo

“Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha approvato un decreto legislativo che introduce modifiche all’articolo 7 del decreto legislativo 27 dicembre 2019, n. 158, recante norme di attuazione dello Statuto della Regione siciliana in materia di armonizzazione dei sistemi contabili, dei conti giudiziali e dei controlli”. E’ quanto si apprende dalla nota diramata a seguito del Consiglio dei ministri.

“Ferma restando la competenza statale esclusiva in materia di armonizzazione dei bilanci – si legge – le nuove norme stabiliscono che le quote di disavanzo non recuperate relative al rendiconto 2018 della Regione potranno essere ripianate in dieci esercizi e che, per far fronte agli effetti negativi derivanti dall’epidemia da COVID-19, le quote di copertura del disavanzo da ripianare nell’esercizio 2021 sono rinviate, per tale sola annualità, all’anno successivo a quello di conclusione del ripiano originariamente previsto”.

“Tali previsioni sono subordinate alla sottoscrizione, entro il 31 gennaio 2021, di un accordo Stato-Regione che contiene specifici impegni di riequilibrio strutturale della parte corrente del bilancio, in particolare attraverso la riduzione della spesa corrente. Tale accordo, che prevede altresì specifici meccanismi di garanzia per il rispetto degli impegni assunti, è stato sottoscritto in data odierna”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.