Governo: fiducia in Senato con 156 voti

Il risultato della votazione di Palazzo Madama sulla fiducia al Conte bis: 140 i no. Renzi si astiene con Iv, altri due sì dai senatori di Forza Italia. Caos sul voto del senatore del Gruppo Misto Ciampolillo, ex M5S, che arriva in ritardo alla seconda ‘chiama’. Renzi: “Dovevano asfaltarci, non hanno maggioranza”

156 sì, 140 no e 16 astenuti, il governo incassa la fiducia. Questo il risultato della votazione in Senato sul governo Conte bis. Matteo Renzi si è astenuto così come Teresa Bellanova poco dopo insieme a Italia Viva, mentre il governo ha incassato altri due sì dalle file di Forza Italia, oltre che da Renata Polverini come già annunciato.

Prima del ‘verdetto’, caos in Aula sul voto del senatore Alfonso Ciampolillo, esponente del Gruppo Misto: la presidente Elisabetta Casellati ha chiesto di vedere la registrazione video della seduta dopo che il senatore è arrivato in ritardo alla seconda chiama ed è stato fermato prima della votazione. Dopo la visione del video Ciampolillo è stato poi riammesso al voto insieme al collega Riccardo Nencini: i senatori hanno entrambi votato sì.

“Ho votato la fiducia convinto dall’apertura di Conte alle forze liberali, popolari e socialiste. Una casa utile per sostenere il governo. Lo avevo deciso da un pezzo”, ha poi spiegato Nencini. Quanto al ritardo nel voto, “ero in una riunione”. E Renzi sapeva del suo voto? “C’è ottimo rapporto con Renzi”, replica Nencini.

La prima e seconda ‘chiama’ e i due voti da Forza Italia

I sì alla prima ‘chiama’ erano stati 153, i no 141. Alla prima e seconda chiama assenti i senatori a vita Renzo Piano, Carlo Rubbia e Giorgio Napolitano.

La senatrice Maria Rosaria Rossi di Forza Italia ha invece votato sì alla fiducia fin dalla prima votazione, e con lei anche il collega azzurro Andrea Causin che così, annuncia, “recide i rapporti” con Fi: “Ho riscontrato nell’intervento del Presidente Conte la volontà forte di apertura di una nuova stagione politica e di ripensare, in modo più incisivo ed efficace l’azione del Governo soprattutto per il contrasto alla pandemia”, ha spiegato.

No, invece, della senatrice del Gruppo Misto Tiziana Drago, così come no è stato il voto del senatore del Misto Mario Michele Giarrusso, ex M5S. Sì alla fiducia dalla senatrice a vita Elena Cattaneo, dal senatore a vita Mario Monti e dalla senatrice Sandra Lonardo (Misto), come già annunciato in precedenza. E ancora: il senatore Carlo Martelli, membro del Gruppo Misto ed ex esponente M5S, ha votato no.

“Viviamo un momento così complesso in cui ciascuno è chiamato ad assumersi le proprie responsabilità e forse in pochi abbiamo risposto all’appello di Mattarella”, ha detto ‘Di Martedì’ su La7 Renata Polverini, che ha votato la fiducia al governo Conte abbandonando la linea di voto contrario di Forza Italia.

Renzi: “Dovevano asfaltarci, non hanno maggioranza”

“Oggi dovevano asfaltarci, non hanno maggioranza”, commenta a Porta a Porta Matteo Renzi. “Conte pensa di andare avanti con una striminzita maggioranza alla Camera e una non maggioranza al Senato, insomma non hanno i numeri”, sottolinea. Sarete all’opposizione? “Mi sembra evidente, il presidente del Consiglio ha scelto di costituire un’altra maggioranza, non ci vuole con se”. Renzi annuncia quindi che “Iv voterà contro la relazione Bonafede sulla giustizia”.

“Abbiamo chiesto al governo di dare più garanzie occupazionali alle persone che rischiano di perdere il lavoro, più certezza alle imprese che sono allo stremo e più risorse sulla sanità. Non è arrivata nessuna risposta ,anzi, l’esecutivo ha sprecato altro tempo prezioso per tirare a campare e mettere sotto al tappeto le questioni di merito e metodo poste da Italia Viva. Per questo ribadisco il voto di astensione”, dice all’Adnkronos il senatore di Italia Vincenzo Carbone.

Conte a Palazzo Chigi

Il premier Giuseppe Conte si è recato a Palazzo Chigi, riunito con il suo staff. Dalla sede del governo il presidente del Consiglio ha appreso il verdetto del voto del Senato. (AdnKronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.