Cremlino, “Da ambasciata Usa interferenze in proteste per Navalny”

Il Cremlino accusa l’ambasciata Usa in Russia di “interferenze” nelle proteste che si sono svolte ieri in tutto il Paese a sostegno di Alexei Navalny. In particolare il portavoce Dimitry Peskov si è riferito al messaggio di allerta riguardo alla manifestazione che l’ambasciata, come le sedi diplomatiche americane di tutto il mondo sono solite fare, ha inviato prima delle proteste di ieri.

“Ovviamente queste pubblicazioni sono inappropriate – ha detto il portavoce di Putin intervistato da una televisione di stato, si legge su Moscow Times- ed ovviamente in modo indiretto sono un’interferenza assoluta nei nostri affari interni”.

Ed infine ha accusato l’ambasciata di sostenere “in modo indiretto” una violazione della legge russo con l’appoggio a “proteste non autorizzate”. Se l’ambasciata russa negli Usa facesse una cosa del genere “questo creerebbe disagio a Washington”, ha concluso.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.