Terremoto Turchia, bilancio si aggrava: 91 morti

E’ salito a 91 morti il bilancio del terremoto che venerdì scorso ha colpito la regione di Izmir (Smirne), in Turchia, seguito da 1.286 scosse di assestamento. Lo rende noto l’agenzia governativa turca equivalente turco della protezione civile, l’Afad, aggiungendo che 994 persone sono rimaste ferite. Di queste, 839 sono state dimesse dagli ospedali e 155 restano ricoverate.

Tra le persone che si sono miracolosamente salvate, racconta il giornale Hurriyet, ci sono due bambine: una di tre anni estratta viva stamani dalle macerie, a 65 ore dal sisma che ha ucciso uno dei suoi fratelli, e un’altra di 14 anni salvata – a differenza di una sorellina che non ce l’ha fatta – dopo 58 ore sotto le macerie.

Nel corso di una conferenza stampa, il ministro dell’Ambiente e dell’Urbanizzazione Murat Kurum ha aggiornato a 58 il numero degli edifici distrutti o gravemente danneggiati. ”Abbiamo iniziato la costruzione di una città container con una capacità di ospitare mille persone su un’area di 46.300 metri quadrati nel distretto di Bayrakli”, ha spiegato. (AdnKronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.