Palermo, ex direttore cimitero Rotoli agli arresti per mazzette

Palermo, scandalo cimitero dei Rotoli: ancora cinquecento bare restano bloccate in attesa di sepoltura. L’ex direttore del cimitero, Cosimo De Roberto è stato arrestato dai carabinieri e posto ai domiciliari a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Palermo. L’accusa: corruzione e concussione. Nel mese di febbraio erano stati notificati 10 avvisi di garanzia ed eseguite diverse perquisizioni, sia al Cimitero di Santa Maria dei Rotoli che in alcune abitazioni di indagati. La Procura ha accertato che Cosimo De Roberto, dietro il pagamento di somme di denaro non dovute (fino ad 800 euro), si sarebbe adoperato per trovare sepolture, senza rispettare l’ordine cronologico previsto dai regolamenti cimiteriali. La Procura ha evidenziato l’inaccettabile situazione di degrado del cimitero, al cui interno le bare rimangono in giacenza per mesi in attesa di sepoltura.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.