Gina Lollobrigida: “Eccessivo chiudere Cinema e Teatri”

“Penso che sia eccessivo chiudere teatri e cinema quando circolano mezzi pubblici pieni di persone. In un momento come questo uccidere la cultura di un Paese significa togliere la possibilità di esprimersi e di lavorare agli artisti ma anche alla gente di godere di qualcosa che, in sicurezza e nel rispetto delle norme, allevi le loro ansie”. Lo dice l’attrice Gina Lollobrigida all’Adnkronos, commentando le disposizioni previste dal nuovo Dpcm per contrastare il dilagare della pandemia di Covid.

“Quello della pandemia è un problema complesso – dice la Lollo – che cercherei di risolvere in maniera semplice: se l’obbiettivo è tutelare la popolazione, allora è meglio chiudere tutto. Ma mi aspetto che i politici, che da sempre conducono una vita serena e comoda, garantiscano agli italiani serenità, intanto rinunciando al loro stipendio in questo momento davvero non giustificato, e chiudendo tutte le attività ma solo dopo avere bloccato i pagamenti di mutui, affitti, tasse e bollette”. In sostanza per la ‘Bersagliera’ “chiudere le attività e bloccare gli introiti mantenendo però vivi gli oneri economici è inammissibile per gli italiani ai quali, in questo momento, auguro tutto il bene possibile”. (AdnKronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.