Sparatoria nella notte a Roma durante furto, carabiniere ferito, ladro ucciso

Un ladro è morto e un carabiniere è rimasto ferito a Roma, nel quartiere Eur, durante un tentativo di furto in un palazzo. La notte scorsa, in via Paolo Di Dono, i carabinieri del nucleo radiomobile sono intervenuti in uno stabile adibito ad uffici, a seguito della segnalata presenza di persone sospette. Due militari sono entrati nel cortile condominiale e hanno tentato di bloccare uno sconosciuto, il quale ha colpito al petto uno dei due carabinieri con un cacciavite.

Il gesto ha determinato la reazione dell’altro carabiniere che ha esploso due colpi con la pistola d’ordinanza all’indirizzo dell’aggressore, colpendolo mortalmente. Il militare ferito è stato trasportato presso l’ospedale Sant’Eugenio per le cure del caso, mentre il complice, approfittando della concitazione del momento è riuscito a dileguarsi. È in corso l’identificazione della vittima.

Il ladro ucciso, a quanto apprende l’Adnkronos, è un siriano di 54 anni in possesso di regolare permesso di soggiorno e pregiudicato per diversi reati tra cui rapina. Sempre secondo quanto si apprende, sono confermati diversi segni di effrazione sul luogo in cui era stata segnalata la presenza di due persone sospette la scorsa notte all’Eur. L’intervento dei carabinieri era stato disposto dopo che era stato segnalato il tentativo di effrazione. Entrambi i colpi, di cui solo uno andato a segno, sono stati sparati frontalmente, dall’alto verso il basso, nel tentativo di non ledere organi vitali. Le ogive dei proiettili sono state infatti trovate a pochi centimetri dal suolo. (AdnKronos)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.