Foggia: tabaccaio in coma per aver reagito a rapina

Un tabaccaio di 38 anni si trova ricoverato in condizioni gravissime dopo aver reagito a una rapina avvenuta durante l’orario di chiusura alle 14.
L’uomo stava chiudendo il suo bar-tabacchi “Gocce di caffè” in una zona semi centrale di Foggia quando tre uomini a volto coperto, con abiti molto colorati e dal marcato accento foggiano -secondo il racconto di una dipendente- sono entrati per compiere una rapina. L’uomo, Francesco Traiano, avrebbe reagito ed è stato colpito presumibilmente con un oggetto contundente al volto. I tre criminali hanno comunque portato a termine la rapina seppur portando via un bottino esiguo in via di quantificazione.

Gli agenti intervenuti hanno trovato l’uomo riverso in terra con gravi ferite al volto. In ospedale, dove è stato trasportato in codice rosso, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico e si trova adesso in coma farmacologico.

Una famiglia sfortunata la sua, già nel 2003 la sorella Giovanna era stata uccisa dal marito.

La Polizia di Stato indaga per risalire agli autori della tragica rapina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.