La DIA arresta Leonardo Badalamenti

Colpito da un ordine di cattura internazionale per traffico di droga, richiesto dalle autorità in Brasile, dove il figlio del boss Gaetano “Tano” si era rifugiato per anni, è stato catturato oggi dalla Direzione Investigativa Antimafia a Castellammare del Golfo in provincia di Trapani, dove l’uomo era tornato a risiedere prendendo casa vicino l’abitazione della madre.

Il 60 enne che aveva vissuto in Brasile sotto falsa identità era stato coinvolto in un’inchiesta che nel 2017 aveva portato all’emissione di un ordine di cattura internazionale. Sempre in Brasile l’uomo era stato arrestato dai Carabinieri del Ros nel 2009.

Di questi giorni una nuova denuncia dei Carabinieri per essersi impossessato di una casa a suo tempo appartenente al padre e poi sequestrata e consegnata al comune di Cinisi. Avrebbe violato i sigilli, ma su questa vicenda pende però un’ordine di restituzione emesso dalla Corte d’Assise che avrebbe riconosciuto come il bene confiscato non rientrasse fra quelli oggetto di sequestro, l’uomo avrebbe quindi dovuto attendere soltanto il decreto definitivo ma avrebbe preferito rompere il catenaccio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.