Finti maghi, riti esoterici e un fiume di denaro: 7 arresti nel messinese

Spacciandosi per veri e propri maghi e cartomanti, agganciavano le loro vittime, le convincevano dei loro poteri occulti ed esoterici e le inducevano a versare ingenti somme di denaro in cambio delle loro ‘prestazioni professionali’. Sette persone sono state arrestate dalla Polizia giudiziaria della Procura di Patti (Messina), Sezione Polizia di Stato, con l’apporto dalle altre aliquote della Sezione e dei Commissariati di Capo d’Orlando e Patti, con l’accusa di associazione per delinquere, truffa aggravata, violenza privata e tentata estorsione.

Un ottavo indagato, invece, è ricercato. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal gip di Patti, Eugenio Aliquò, su richiesta dei sostituti procuratori Alessandro Lia e Federica Urban. Le indagini, scattate nel 2017 dopo la denuncia di una vittima che ha raccontato di aver versato centinaia di migliaia di euro, sono andate avanti per quasi due anni.

Grazie a intercettazioni telefoniche, testimonianze e perquisizioni gli investigatori sono riusciti a fare luce su un gruppo criminale che aveva la propria base operativa a Santo Stefano di Camastra (Messina), ma che era attivo sull’intera provincia. Proprio le intercettazioni telefoniche hanno permesso di svelare il modus operandi del gruppo.

“Gli indagati avvicinavano le vittime e, sfruttando momenti di fragilità e solitudine, ne carpivano la fiducia attraverso lunghe telefonate a ogni ora del giorno e della notte – spiegano gli investigatori -, durante le quali, fingendo solidarietà e comprensione, si arrogavano poteri sensitivi straordinari (potere di percepire il pericolo incombente nella vita degli altri; potere di purificazione da fenomeni paranormali negativi)”.

A questo punto bastava l’esistenza di gravi e immediati pericoli, anche mortali sull’intero l’intero nucleo familiare (per esempio riti malefici posti in essere da terzi con teli appesi al balcone), che potevano essere scongiurati soltanto attraverso il ricorso alla cartomanzia, a “riti esoterici, rituali magici, preghiere” per ottenere cifre esorbitanti, consegnate in contante o attraverso ricariche su carte prepagate.  (Adnkronos)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.