Messina: non può giocare e spara alla tabaccaia, poi si suicida

Tragedia questa mattina in una rivendita di tabacchi a Messina. Un uomo di 79 anni, Giuseppe Bucalo, è entrato in una tabaccheria chiedendo di poter fare delle giocate (lotto o gratta & vinci), ma al rifiuto della titolare a causa delle nuove disposizioni ha impugnato una pistola sparando alla donna che è stata trasportata in Pronto Soccorso del Policlinico, le sue condizioni sono serie ma non preoccupanti.

L’uomo pochi istanti dopo, forse rendendosi conto della gravità del suo gesto è uscito dalla tabaccheria sempre impugnando l’arma che ha rivolto contro sé stesso uccidendosi. La tragedia al rione Provinciale di Messina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.