Coronavirus: la situazione attuale in Sicilia, no preoccupazione ma responsabilità

I dati che andiamo a riportare sono quelli riportati dall’Assessorato Regionale alla Salute aggiornati a mezzogiorno. Tutto sommato una situazione delineata che fino a questo momento non desta particolari preoccupazioni.

I laboratori regionali di riferimento, attualmente il Policlinico di Palermo e il Policlinico di Catania) hanno effettuato fino a oggi 547 tamponi, di questi 511 hanno dato fortunatamente esito negativo e per 12 di questi si è in attesa del risultato. Al momento quindi sono 24 i campioni inviati all’Istituto Superiore di Sanità di cui 7 già validati (3 a Palermo e 4 a Catania) e tre guariti. Sono quindi sette i pazienti ricoverati (tre a Palermo, tre a Catania e uno a Enna). Nessuno di questi necessita al momento di terapia intensiva. Altre 17 persone si trovano in isolamento domiciliare.

Ruggero Razza, assessore alla Salute, dichiarava in mattinata: “In Sicilia restano 21 i soggetti risultati positivi al coronavirus e tutti legati al ceppo originario, quindi nessun focolaio nell’Isola“.

Tutte le attività e manifestazioni pubbliche e private sono sospese nell’isola. Manifestazioni sportive a porte chiuse. File contingentate in banche, uffici postali e uffici pubblici. La Sicilia sperimenta la digitalizzazione per le pratiche burocratiche comprese le pratiche INPS.

A Caltanissetta precauzionalmente fino al 3 aprile, visto il Decreto nazionale, si è deciso di sospendere ogni evento, manifestazione e spettacolo che possa comportare una presenza di persone tale da non rispettare la distanza di sicurezza prevista, la misura riguarda ogni evento pubblico e privato. Le competizioni sportive saranno svolte a porte chiuse. Disposta dall’Amministrazione Comunale anche la sospensione del mercatino settimanale.

Cambio abitudini anche all’Aeroporto di Catania: a partire dalla mattina di domenica 8 marzo 2020, le attività operative all’interno del Terminal C – dedicato alle partenze della compagnia aerea Easy Jet verso destinazioni Schengen – saranno momentaneamente trasferite al Terminal A. La decisione è stata presa a seguito della flessione del traffico aereo dovuto all’emergenza “Coronavirus”, al fine di ottimizzare le risorse di tutti gli operatori.

Nel dettaglio, il Terminal C chiuderà dopo la partenza del volo EC 3340 per Venezia, schedulato alle 18:50 di sabato 7 marzo, per riaprire lunedì 16 marzo, con il volo EC 2845 in partenza per Malpensa e schedulato per le 7 del mattino.

Tutte le partenze di voli Easy Jet inizialmente previste dal Terminal C, dunque, dalla mattina di domenica 8 marzo alla sera di domenica 15 marzo, saranno regolarmente operate dal Terminal A.

Fra gli effetti indesiderati (tanti) dell’emergenza coronavirus si registra anche il calo delle donazioni di sangue (fatto che non è assolutamente collegabile ad alcun rischio con l’epidemia) e per questo i Centri Trasfusionali e le associazioni di volontariato ricordano a tutti di donare sangue anche perché le provincie di Palermo, Catania, Messina e Caltanissetta non sono autosufficienti in tal senso ed è opportuno ricordare che “donare è (e continua a essere) sicuro”.

Infine ricordiamo che per informazioni sul Coronavirus la Regione ha attivato il numero verde 800 458 787 

 

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.