Confcommercio Catania: facciamo qualcosa e subito, blocco annuale mutui e deroghe a cassa integrazione

Da parte di tutto il mondo imprenditoriale si chiede di intervenire per cercare, in qualche modo, di mitigare i disastrosi effetti che la crisi determinata dall’epidemia di Coronavirus sta già facendo registrare.

Ci troviamo di fronte a dati economici che colpiscono, a cascata, tutti i settori e che coinvolgono indistintamente imprese e dipendenti, e questo senza entrare negli aspetti prettamente sanitari, che è giusto lasciare agli specialisti.

In attesa che le preannunciate iniziative governative trovino attuazione, ed in attesa di conoscerne dettagliatamente i contenuti che in atto non potranno certamente produrre effetti immediati, ci siamo chiesti come Confcommercio Catania cosa si possa proporre per dare un minimo di liquidità ai cittadini ed alle imprese nel breve periodo.

Alcune cose, per altro di costo limitatissimo, potrebbero essere attuate immediatamente. Parliamo del blocco degli sfratti commerciali; di una moratoria annuale del pagamento delle rate relative a prestiti chirografari, mutui ed altre forme di rateizzazione, relative quanto meno alla parte capitale, a cui si aggiunga un intervento per far si che l’eventuale, temporaneo, ricorso alla cassa integrazione o a forme similari non faccia perdere, vista la straordinarietà della situazione, alle aziende che ne dovessero far ricorso, il diritto successivo di accedere in caso di una sperata, forte ripresa, per assunzioni oltre i dati precedenti, alle eventuali agevolazioni di legge che in genere vedono esclusi chi, appunto, abbia fatto ricorso alla cassa integrazione.

Sono misure piccole ed insufficienti alle quali dovrà seguire un grande piano di investimenti pubblici, ma quanto meno potremo dire di avere fatto qualcosa, coinvolgendo per altro il mondo bancario e non gravando più di tanto sullo stesso.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.