Tagli dalla Regione: preoccupazione per i bus Scat a Caltanissetta

Si interrogano presidente e lavoratori della Scat sul futuro aziendale dopo la manifestazione di volontà della Regione di decurtare il 30% dei fondi erogati per il trasporto locale, un taglio che equivarrebbe a ben 246 mila euro in meno per l’azienda rispetto agli 820 mila euro previsti. Un totale di 574 mila euro con i quali, insieme ai 100 mila ricevuti dal comune per i servizi straordinari (quali mercati rionali e servizio cimiteriale). Un totale di 674 mila euro con i quali gestire mezzi, manutenzione, carburante, assicurazione mezzi, revisioni periodiche e stipendio dei 28 soci-lavoratori della cooperativa di trasporto.

Il taglio dei fondi al trasporto pubblico locale riguarda tutte le città siciliane, infatti a fronte di un fabbisogno di circa 163 milioni annui per coprire le spese del trasporto pubblico locale in Sicilia nel 2020, il governo regionale ne ha stanziati soltanto 115. L’assessore Falcone nei giorni scorsi ha provato a rassicurare tutti: “le difficoltà amministrative nel reperimento delle risorse verranno superate entro il mese di dicembre dal corretto stanziamento dei fondi nelle manovre finanziarie di fine anno e di esercizio provvisorio nel 2020″. Intanto, però, i lavoratori della Scat e i cittadini bisognosi del servizio sperano… ché chi di speranza vive…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.