Soddisfazione di Confecommercio Catania per le linee guida del nuovo Piano Regolatore Generale

Un’aria di grande soddisfazione si respira nella sede Confcommercio di via Mandrà dopo la lettura delle linee guida del PRG così come emendate ed approvate dal Consiglio Comunale. Confcommercio era intervenuta sulla questione affrontando sia gli aspetti ambientali che quelle propriamente commerciali.

“L’interlocuzione tecnica e politica – afferma il presidente provinciale di Confcommercio Riccardo Galimberti – tra i nostri uffici e le commissioni consiliari è stata determinante. Le linee guida del PRG non potevano costituire un atto di ordinaria amministrazione, piuttosto rappresentano il presupposto fondamentale per la successiva elaborazione del più importante e strategico atto di pianificazione del territorio comunale, il PRG. Esse, pertanto, disegnano un percorso ben preciso, prescrivono opzioni in ordine all’utilizzo del suolo, alla organizzazione del sistema città, indicano un modello di sviluppo che dovendo trovare rispondenza nel PRG impegnano definitivamente la nostra Città. Per questi motivi siamo scesi in campo. Abbiamo trovato nel Consiglio Comunale grande attenzione e sensibilità, da parte di ognuno dei suoi componenti, indipendentemente dallo schieramento. Utile in questo percorso è stato il confronto pubblico organizzato dalla Presidenza del Consiglio Comunale intanto che l’atto era in discussione. Nelle commissioni consiliari ci è stata data poi l’opportunità di contribuire ad emendare il testo originale, emendamenti che tra l’altro sono stati fatti propri dall’amministrazione Pogliese. Insomma è stata una bella pagina di partecipazione attiva e costruttiva che ha visto Confcommercio ottenere un grande risultato a difesa dell’integrità del territorio. Insomma la Città ha vinto”.

Le questioni poste sul tavolo da Confcommercio erano essenzialmente inerenti la destinazione delle aree agricole e del waterfront, oltre che al ruolo del commercio in Città.

“La recente lettura delle linee guida così come emendate ed approvate dal Consiglio Comunale, resasi possibile dopo l’attività di elaborazione da parte dell’ufficio urbanistica – dichiara con grande soddisfazione il vice direttore di Confcommercio Francesco Sorbello – hanno ridisegnato il quadro di riferimento a cui dovranno rifarsi i progettisti del PRG. L’obiettivo da raggiungere, così come già lo fu nel 2013, era quello di scongiurare l’edificazione del waterfront, tra piazza Europa e piazza Giovanni XXIII, ove inizialmente era prevista funzione residenziale, commerciale e direzionale: gli emendamenti, fatti propri anche dall’amministrazione Pogliese, depennano questa ipotesi ed individuano un utilizzo che salvaguardi l’aspetto paesaggistico ed il rapporto diretto con il mare. Altro traguardo raggiunto era la salvaguardia delle aree agricole. Sulla questione commerciale un emendamento specificatamente proposto da Confcommercio impone che la presenza di medie e grandi strutture di vendita debba essere declinata secondo una articolazione merceologica coerente con le esigenze della Città. In questa direzione è stato utilissimo il confronto in commissione urbanistica, commercio ed attività produttive, bilancio e lavori pubblici. I consiglieri comunali hanno veramente dimostrato grande sensibilità e la nostra soddisfazione è ancora più evidente perché la nostra è stata l’unica organizzazione del territorio ad intervenire su questi punti nevralgici”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.