Migranti, l’Ue gela l’Italia: niente hospot in Libia

[Adnkronos]

 

La Commissione Europea chiude la porta all’ipotesi di creare in Libia degli hotspot gestiti dall’Ue in cui identificare i migranti, inviando chi ne ha diritto in Europa attraverso corridoi umanitari. “Un piano simile non esiste e non c’è alcuna intenzione di avere piani simili in futuro. Da parte nostra è molto chiaro”, risponde interrogata in merito a indiscrezioni di stampa la vice portavoce capo della Commissione Natasha Bertaud, durante il briefing con la stampa a Bruxelles.

“Un piano del genere non esiste – continua – più in generale, quello che posso dire su Frontex è che c’è una solo caso in cui può intervenire in Paesi terzi, cioè quando c’è un accordo con il Paese in questione. Per ora, ci sono solo due Paesi con i quali esistono accordi, l’Albania e il Montenegro”.

Per quanto riguarda la Libia, “in generale, quello che abbiamo sempre detto è che, quando si tratta di operazioni di ricerca e soccorso in mare, anche se la Commissione non ha competenze in questo ambito, noi consideriamo che in Libia non ci sono le condizioni per considerarlo un Paese sicuro”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.