Roma: ucciso a 24 anni per aver provato a difendere la fidanzata

E’ morto Luca Sacchi, il 24enne romano che, per difendere la fidanzata da uno scippo, è stato ferito alla testa da un colpo di pistola esploso da uno dei due rapinatori. In corso le indagini dei carabinieri di piazza Dante e del Nucleo investigativo per rintracciare i due malviventi, che poi sarebbero stati visti scappare in auto: la Procura indaga per omicidio volontario. Titolare del fascicolo è il pm Nadia Plastina, che ha già ricevuto una prima informativa dai carabinieri.

Al vaglio degli investigatori le immagini riprese dalle telecamere della zona dove Luca Sacchi è stato freddato con un colpo alla testa. Il giovane era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Giovanni in prognosi riservata.

Secondo le prime ricostruzioni, il 24enne stava passeggiando con la fidanzata, una ragazza ucraina, all’incrocio tra via Teodoro Mommsen e via Bartoloni, vicino al parco della Caffarella a Roma, quando si sono avvicinati due uomini che hanno colpito alla nuca la donna per strapparle lo zaino. A quel punto il giovane ha reagito e uno dei due rapinatori gli ha sparato un colpo di pistola alla testa. Sul posto, nei pressi del pub John Cabot in zona Colli Albani (che, via social, si è associato al dolore dei familiari), i carabinieri hanno trovato un bossolo.

LA FIDANZATA – “Eravamo appena usciti dal pub. Mi sono sentita strattonare da dietro, mi hanno detto ‘dacci la borsa’. Gliela stavo consegnando quando mi hanno colpito con una mazza” ha detto agli inquirenti Anastasia, fidanzata di Luca. Che “a questo punto è intervenuto – ha raccontato ancora la giovane – e ha reagito, bloccando il ragazzo che mi aveva aggredito; quindi è intervenuto l’altro aggressore che gli ha sparato alla testa”.

IL RACCONTO – La ragazza ha riferito la sua versione dei fatti spiegando che lei e il fidanzato erano andati nel locale per bere una birra al termine di una giornata di lavoro. La giovane ha detto che i due aggressori sono fuggiti a bordo di una Smart mentre altre persone hanno riferito che i due sarebbero fuggiti a piedi. A dare l’allarme per primo è stato un tassista che si trovava a passare in via Bartoloni. (Adnkronos)


AGGIORNAMENTO: Due giovani fermati per l’omicidio 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.