Pietro Agen: Camera di Commercio per lo sviluppo delle imprese

Pietro Agen

Nel momento di grande instabilità economica che il Paese sta attraversando, molti si chiedono l’effettiva utilità di molti enti che, spesso, vengono definiti “carrozzoni”. È il caso delle Camere di Commercio? “Assolutamente no”, è l’opinione del dottor Pietro Agen, presidente della CamCom del Sud Est, che aggiunge subito “e ciò a prescindere che le Camere di Commercio siano previste già dalla Costituzione Italiana”.

Secondo Agen “le Camere di Commercio sono l’unica struttura nazionale che può considerarsi la ‘memoria’ delle imprese. Ma non è soltanto una ‘fatto’ burocratico: le Camere conservano, aggiornandolo continuamente, lo ‘status’ di una impresa, le condizioni in cui si è trovata e si trova, dando la possibilità di una conoscenza dell’impresa che altrimenti non si avrebbe”. Ma è solo questa l’attività che svolge una Camera di Commercio? È solo questa funzione che assolve la CamCom del Sud Est? “Certamente no –aggiunge Pietro Agen- la CamCom del Sud Est favorisce la promozione delle imprese, ricerca le opportunità di inserimento nel mercato ‘esterno’, crea occasione per far confrontare le imprese con le esigenze del mercato stesso, favorisce i collegamenti con il territorio (che è estremamente ricco) per potersi proiettare in maniera adeguata al di fuori dell’ambito locale”.

 

A seguire l’incontro di Salvo Barbagallo con Pietro Agen

Riprese audio, video, servizio web di Luigi Asero

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.