Isis conferma morte al-Baghdadi e presenta il nuovo capo

Con una registrazione audio di circa 7 minuti trasmessa dall’agenzia di stampa Amaq (uno degli organi di propaganda dell’Isis o Stato Islamico) arriva la conferma della morte del suo leader al-Baghdadi. Con la stessa registrazione i miliziani annunciano che il nuovo capo è Abu Ibrahim al-Hashimi al Quraishi affermando che sia un veterano della jihad. Non si ha idea del volto di questo nuovo uomo a capo del cosiddetto Stato Islamico.

Insieme alla morte di al-Baghdadi lo Stato Islamico annuncia anche la morte del suo portavoce di Abu al-Hassan al-Muhajir, ucciso durante un’operazione congiunta fra Stati Uniti e forze curde a poche ore dalla morte di al-Baghdadi che si sarebbe fatto esplodere per evitare la cattura.

Nella registrazione mandata in onda a cura del nuovo portavoce Abu Hamza al Quraishi l’Isis invita i suoi seguaci a giurare fedeltà al nuovo califfo avvertendo gli Stati Uniti di non gioire perché la vendetta sarebbe vicina. Sempre il portavoce ha deriso Trump definendolo “vecchio goffo che la sera ha un’opinione e il mattino ne ha un’altra” e ha posto in evidenza come lo Stato Islamico occupi il cuore dell’Africa e sia alle porte dell’Europa.

Sulla reale identità del successore di al-Baghdadi, il citato Abu Ibrahim al-Hashimi al Quraishi ci sarebbero dubbi apparendo come uno sconosciuto al Dipartimento di Stato USA; potrebbe celarsi  dietro questo nome l’identità di un personaggio noto che avrebbe assunto una nuova identità ufficiale. O piuttosto una nuova sfida all’Occidente.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.