Emeka Don muore in carcere a Palermo: fu primo pentito della mafia nigeriana

Nigeriano, 29 anni, in carcere per appartenenza a banda armata di tipo mafioso, Emeka Don è morto domenica a seguito di un presunto malore all’ospedale Civico di Palermo dove era stato portato in ambulanza dal carcere Pagliarelli. Emeka Don soffriva di diabete ma la Procura Distrettuale Antimafia vuol vederci chiaro e ha disposto comunque l’autopsia che sarà eseguita giovedì 10 ottobre.

L’uomo infatti è il primo testimone chiave contro la mafia nigeriana appartenente alla banda dei “Viking”, nel gennaio 2014 fu aggredito a Palermo, nel quartiere Ballarò, da un esponente della banda rivale, i “Black Axe” a colpi di ascia e machete. Il suo aggressore fu condannato a 12 anni di carcere per tentato omicidio.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.