Tangenti per sistemare le strade: arrestati tre funzionari ANAS a Catania

La Guardia di Finanza di Catania ha arrestato tre funzionari Anas: l’accusa è di corruzione. I tre appartengono all’area compartimentale di Catania e si occupano della manutenzione strade per la  Sicilia orientale.

L’arresto è avvenuto in flagranza. I provvedimenti cautelari rientrano nell’ambito di una indagine del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza etnea, coordinata dalla Procura della Repubblica e finalizzata a svelare l’esistenza di “rodati circuiti corruttivi” che vedono coinvolti funzionari responsabili della manutenzione programmata di strade e raccordi della Sicilia orientale e imprenditori compiacenti.

I tre funzionari arrestati sono i geometri Riccardo Carmelo Contino, di 51 anni, Giuseppe Panzica, di 48 anni, con ruoli di responsabilità presso il centro manutenzione, e l’ingegnere Giuseppe Romano, di 48 anni che era responsabile manutenzione programmata. I tre non sapendo di essere intercettati anche con video dalla Guardia di Finanza non appena hanno ricevuto la tangente si sono divisi i 10.000 euro consegnati negli uffici dell’Anas di Catania da un imprenditore nisseno.
In totale la Guardia di Finanza tra uffici e abitazioni ha rinvenuto circa 25.000 euro di denaro in contante che si presume essere tutto di provenienza tangentizia.


Articolo aggiornato alla ore 16.55

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.