Roma: in un campo morta, la testa bruciata, senza slip: Rinvenuta 89 enne scomparsa

È di Amina De Amicis, ottantanovenne scomparsa sei giorni fa da Ponte di Nona, il cadavere rinvenuto in un campo nei pressi di un centro commerciale a Roma. La cercavano i familiari e la Protezione Civile che ha partecipato con cinque associazioni, la cercavano i Carabinieri  e in tanti si dicono sicuri che quel corpo, rinvenuto nella mattinata di oggi, fino a ieri in quel campo già battuto dalle ricerche non c’era. E in effetti il cadavere presenterebbe la testa apparentemente bruciata, ma non ci sarebbero segni di fiamme attorno. Come se appunto l’omicidio fosse avvenuto altrove e poi il corpo fosse stato trasportato nel luogo del ritrovamento. Inoltre gli slip della donna sono stati trovati accanto al cadavere. Con sé tutti gli effetti personali, compreso un paio di occhiali e il borsellino con i documenti.

Per i familiari è impossibile che la donna possa essersi recata da sola nel luogo dove è stata ritrovata anche a causa di difficoltà di deambulazione. Inoltre era una persona lucida mentalmente. Della donna si erano perse le tracce venerdì 13 quando dopo essersi recata dal medico si era fermata a bere una spremuta in un bar e nella strada per rientrare pian piano a casa si era fermata presso un’edicola. Poi la riprendono delle telecamere proprio nel tragitto che l’avrebbe condotta a casa, dove però non è mai arrivata. Si ipotizza possa aver accettato un passaggio e possa esser stata violentata e uccisa. L’assassino però avrebbe conservato per alcuni giorni il cadavere in altra località.

L’autopsia disposta dal Magistrato proverà a chiarire almeno alcuni aspetti della morte dell’anziana donna.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.