Al via la 6ª edizione del Francavilla Film Festival

di Nello Cristaudo

 

Si terrà presso il cine teatro comunale “Arturo Ferrara” sabato 7 settembre,  alle ore 20,30, la sesta edizione della rassegna–concorso denominata “Francavilla Film Festival”, patrocinata dall’Amministrazione Comunale ed organizzata dalla Pro Loco. La manifestazione è ormai un punto di riferimento nel mondo dei corti e lo dimostrano i tanti partecipanti venuti da diverse parti d’Italia e dall’estero.

Le dodici opere in concorso che il pubblico avrà modo di vedere, hanno subito una prima scrematura in quanto ne sono arrivate agli organizzatori oltre 100, ci spiega il direttore artistico Felice Lombardo, saranno valutati da una qualificata giuria tecnica per il 70% mentre per il 30% conterà il voto del pubblico presente in sala.  I corti  avranno una durata non superiore alla decina di minuti, un tempo che indica la spiccata capacità di regia e di sceneggiatura degli autori  dei film, mettendo così in evidenza la  bravura degli autori nel cimentarsi spesso in tematiche impegnative ed a volte complesse. Diverse le tecniche adottate dagli ideatori dei corto che vanno dal semplice video girato con il cellulare alle più sofisticate tecniche per le videoriprese.

Il gran galà di sabato prossimo, offre l’occasione a molti giovani e non, di promuovere “film” per un cinema indipendente lanciando artisti e film-makers in una sorta di sfida ideale per riuscire a produrre sempre più dei corto interessanti ed accattivanti, offrendo loro visibilità. Ci auguriamo che la manifestazione possa promuovere nuovi registi italiani e sceneggiatori con una vocazione internazionale per farli emergere sempre più in un contesto dove spesso molte difficoltà non incentivano le forme d’arte che molti autori in erba hanno.

Ecco l’elenco dei films in competizione: – Fino alla fine di Giovanni Dota,  Pepitas di Alessandro Sanpaoli, Invisibile di Max Nardari,  Senza Paura di Orazio Bottiglieri,  L’Origine di Luigi, Mingron,  In Zona Cesarini di Simona Cocozza, Una cosa su Napoli di Valerio D’Ambrosio, Fili di Goffredo Maria Bruno,  Fade Out di Lucio Langelli, Addio Clochard di Michele Li Volsi, L’Amore non ha religione di Max Nardari,  La Scelta di Alberto Vianello.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.