Mafia: sciolto il comune di Torretta vicino Palermo, proroga commissari per Camastra nell’agrigentino

Ieri sera il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha deliberato lo scioglimento del consiglio comunale di Torretta, in provincia di Palermo. La decisione fa seguito al blitz del mese scorso nel corso del quale sono emersi interessi mafiosi dei boss che per questo avrebbero sostenuto il candidato poi divenuto effettivamente sindaco. La gestione è stata pertanto affidata per diciotto mese a una Commissione straordinaria. Salvatore Gambino, sindaco in carica fu arrestato nell’ambito di un’operazione internazionale condotta dalla Polizia di Stato e dal Federal Bureau of Investigation.

Nello stesso Consiglio dei Ministri sono state prorogate di sei mesi anche le Commissioni Straordinarie per i comuni di Camastra (Ag), Platì (RC), Manduria (TA), Limbadi (VV) e Surbo (LE). I comuni erano stati sciolti nel 2018 su proposta dell’allora ministro degli Interni Marco Minniti.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.